Presentata la nuova Ferrari 812 Competizione e 812 Competizione A

Ferrari 812 Competizione
Ferrari 812 Competizione e 812 Competizione A

Presentata la nuova 812 Competizione e 812 Competizione A, nuova versione speciale Ferrari in edizione limitata che si basa sulla 812 Superfast.

Solo un gruppo ristretto di collezionisti può divertirsi con questa coppia di vetture.

MOTORE

Le Ferrari 812 Competizione e 812 Competizione A montano un V12, un motore aspirato da 830 CV. Per aumentare la potenza del motore da 6500 cm3 della 812 Superfast e raggiungere un’estensione del campo di giri record sono state riprogettate svariate aree del propulsore. Il regime massimo è ora pari a 9500 giri/min.

Le migliorie più rilevanti riguardano distribuzione e teste cilindri: le camme rivestite in DLC azionano ora le valvole grazie alla tecnologia a dito a strisciamento in acciaio e DLC, derivata dall’esperienza in F1 e sviluppata appositamente al fine di disporre di profili di alzata più performanti.

Al fine di far respirare il motore lungo tutto il campo di giri è stato rivisto l’impianto di aspirazione: collettore e polmone sono più compatti, il che porta ad accorciare i condotti e a erogare così più potenza agli alti regimi, mentre il riempimento della curva di coppia è garantito da un sistema a geometria variabile che modifica in modo continuo la lunghezza dell’assieme, adattandola alle pulsazioni del motore per massimizzare il riempimento dinamico dei cilindri.

812 Competizione e 812 Competizione A montano un cambio a 7 marce e doppia frizione. La ricalibrazione delle strategie di controllo ha ridotto del 5% del tempo di cambiata; pur mantenendo la rapportatura della 812 Superfast, le versioni speciali oggi presentate vantano un pettine di cambiata ancor più sportivo grazie agli ulteriori 500 giri/min. garantiti dal nuovo V12.

LEGGI ANCHE: Grosjean in Mercedes F1 per un test privato.

Ferrari 812 Competizione

AERODINAMICA

Mentre nella 812 Superfast le prese d’aria di aspirazione occupano parte della bocca centrale, per la 812 Competizione è stata scelta una soluzione integrata nel convogliatore. Tale layout lascia un maggior spazio di espansione laterale al convogliatore stesso – fino al limite del telaio – riducendo inoltre peso e perdite di carico del flusso destinato alla camera di combustione, a beneficio delle prestazioni.

L’evacuazione dell’aria calda in uscita dal radiatore è migliorata sfruttando le aperture sul cofano motore in corrispondenza degli intagli della lama centrale e delle branchie nel parafango. L’aumento totale di efficienza di raffreddamento dei liquidi motore raggiunge così il 10%.

Il sistema frenante è riprogettato rispetto alla 812 Superfast, infatti ruota attorno alla pinza anteriore ‘Aero’ con ingresso aria integrato già vista sulla SF90 Stradale.

Il sistema è tanto più efficace quanto più efficiente è il percorso dell’aria verso la parte della pinza posizionata posteriormente nel gruppo ruota, il che ha portato a ottimizzare completamente il layout della sospensione anteriore.

Si è così ottenuta una riduzione di temperatura dell’olio freni. L’eliminazione di deviatori di flusso e manina di raffreddamento ha alleggerito l’auto di 1,8 kg, compensando in tal modo il pari aumento di peso dovuto all’adozione della pinza ‘Aero’.

Ferrari 812 Competizione

ANTERIORE, POSTERIORE

Sull’anteriore, le prese d’aria esterne sono avvolte dalla parte laterale del paraurti che si allunga in avanti definendo la forma dello splitter. Due aperture nella parte superiore e posteriore del passaruota riducono la contropressione rendendo il fondo più efficiente. La turbolenza viene espulsa dalla presa dietro la lama del cofano e da quella sul parafango.

Il diffusore anteriore, come sulla 812 Superfast, ospita un portello mobile ad azionamento passivo che si apre quando la vettura supera i 250 km/h. La sua rotazione determina una riduzione di resistenza che permette alla vettura di esprimere la massima velocità in rettilineo.

Il retrotreno della 812 Competizione incorpora svariate soluzioni tecniche innovative che riguardano layout di scarico, geometria del diffusore, volumetria dello spoiler, disegno del lunotto brevettato e del paraurti. Il diffusore posteriore, con il suo sviluppo a piena larghezza, garantisce la massima espansione orizzontale al flusso del sottoscocca e segna una forte discontinuità rispetto alla 812 Superfast.

Nel complesso, lo sviluppo del diffusore posteriore ha portato un aumento del carico verticale posteriore pari al 25% del totale rispetto alla 812 Superfast, che raggiunge il 35% se si considera anche il soffiaggio degli scarichi. Il fondo posteriore conta invece per un 10% di aumento del carico posteriore.

LEGGI ANCHE: Gp di Spagna F1 aperto parzialmente al pubblico.

ESTERNI

La nuova vettura di Maranello si distingue dalle altre vettura. Spicca nel cofano anteriore con intaglio trasversale in cui si inserisce la lama in fibra di carbonio. Questa soluzione ha permesso di dissimulare gli sfoghi d’aria del vano motore, aumentandone la superficie attiva.

Il frontale aggressivo grazie a una bocca molto ampia che accoglie le prese laterali dei freni, elementi a sbalzo di grande impatto.

L’aspetto dello spoiler posteriore è imponente: lo specchio di poppa, pur essendo più alto, appare molto largo – quasi a sviluppo orizzontale – e si ha la percezione di un posteriore dallo stance amplificato.

Il paraurti posteriore ha un design scultoreo, caratterizzato da uno svuotamento all’altezza delle ruote che accoglie due imponenti sfoghi d’aria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Next Post

Meteo Catalogna: Previsioni meteo per la gara di F1 in Spagna.

Gio Mag 6 , 2021
TweetSharePinMeteo Catalogna: La stagione 2021 di Formula 1 va veloce, dopo Portimao arriva subito il Gran Premio di Spagna. Ma quali sono le previsioni del tempo per la gara di questo fine settimana? Sulle colline della Catalogna abbiamo visto sole e persino neve nei test pre-stagionali, ma questa stagione sembra […]