Pedaggio autostrade: tariffe più alte per le auto più inquinanti.

Ivan Demasi

Brutte notizie per chi è proprietario di un auto inquinante. Dal 2022 chi avrà un auto ad alte emissioni di CO2 dovrà pagare una sovrattassa sui pedaggi autostradali.

La Commissione Europea ha approvato una nuova normativa per regolamentare i pedaggi autostradali e collegare le relative tariffe alle emissioni delle automobili. Ogni singolo Stato membro potrà applicare una sovrattassa ai ticket delle vetture più inquinanti, e allo stesso tempo, si possono fare anche sconti sulle auto a zero/basse emissioni.

Obbligatorio?

Non si tratta di un obbligo, poiché ogni Stato potrà definire in modo autonomo, i parametri per l’applicazione della nuova normativa. Il tutto dovrà però avvenire entro il 2022. Queste nuove disposizioni della Commissione Europea, non sono una novità perché già due anni fa era stata approvata una riforma che prevedeva una serie di misure destinate alla circolazione dei mezzi pesanti sulle tratte autostradali, con una tariffa in base al chilometraggio.

Tariffe

La Commissione ha anche stabilito una serie di limitazioni per evitare una concorrenza sleale tra gli Stati. Per veicoli inquinanti il bollino autostradale annuale non potrà costare più di 1.899 euro, mentre per i veicoli a basse emissioni il bollino autostradale non potrà costare più di 855 euro. Inoltre, sempre per i veicoli meno inquinanti, la nuova normativa autorizza una riduzione dei pedaggi autostradali con possibili sconti fino al 75% nel caso di veicoli completamente elettrici.


Insomma, l’Europa ha aggiunto un’altra iniziativa per incentivare le persone a comprarsi auto elettriche e di togliere di mezzo tutte le vetture vecchie ed inquinanti. Tutto questo per salvaguardare l’ambiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Lewis Hamilton diventa Sir, per i suoi risultati sportivi.

In un anno di traguardi storici e importanti riconoscimenti, Lewis […]