Perché Verstappen e Red Bull erano così veloci in Belgio?

Perché Verstappen e Red Bull erano così veloci in Belgio.
Crediti foto: Rudy Carezzevoli/Getty Images/Red Bull Content Pool

Dopo la gara del Belgio in tanti ci siamo chiesti perché Max Verstappen e la Red Bull fossero così veloci, addirittura aprendo un gap di 26 secondi su Carlos Sainz, terzo alla fine del Gp dietro a Perez.

Max Verstappen partiva 14esimo e gli sono bastati 18 giri per prendere la testa della corsa che poi ha dominato fino alla fine dando quasi 20 secondi a Sergio Perez, suo compagno di squadra, e ben 26 a Carlos Sainz della Ferrari.

Nella prima parte di campionato non avevamo mai visto un gap così ampio tra Red Bull e Ferrari, infatti erano spesso divisi da qualche decimo a giro. Ma, in Belgio abbiamo visto un gap di 6 decimi in qualifica e qualche secondo a giro in gara.

LEGGI ANCHE: Il Gp del Belgio rimarrà in F1 anche nel 2023

Quindi, la domanda che sorge spontanea è: “Perché Red Bull e Verstappen erano così veloci in Belgio?

Dopo la qualifica, in molti hanno pensato che tutto questo distacco fosse causato dalle temperature basse, ma in gara faceva molto più caldo e la forbice tra Red Bull e la Rossa si è addirittura aperta.

Quindi, dopo la gara si è pensato che sia stata colpa della nuova direttiva tecnica per combattere il porpoising, ma è ancora troppo presto per dirlo. Forse è proprio per questo, ma si vedrà se ha veramente causato qualche problema alla Rossa tra un paio di gare. Comunque, immagino che la direttiva tecnica c’entra poco.

Probabilmente, tutta questa velocità che ha trovato Red Bull viene dalle caratteristiche della pista. Infatti, il circuito del Belgio si sposa perfettamente con le caratteristiche che rendono veloce la RB18.

Curve veloci e lunghi rettilinei, quindi era proprio una pista da Red Bull. Difatti, la RB18 è la vettura più efficiente di quest’anno.

Un’altra possibile causa della disfatta Ferrari e la vittoria Red Bull è che in questo tracciato c’erano diversi bump e le vetture sono state alzate di qualche millimetro ed è probabile che la Rossa ne abbia sofferto di più.

Ora bisogna vedere se questa superiorità Red Bull ci sia anche in Olanda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Next Post

Circuito Gp Olanda di F1 del 2022

Mar Ago 30 , 2022
TweetSharePin La F1 si trasferisce a Zandvoort per il Gp d’Olanda, quindicesimo round della stagione 2022, ecco com’è il circuito. La Formula 1 arrivò in Olanda nel 1952, dove Alberto Ascari dominò la gara e la Ferrari conquista la tripletta. La Formula 1 ha continuato a correre in Olanda fino […]