Green Pass: cosa c’è da sapere per viaggiare in auto.

1

Dal 6 Agosto il Green Pass, anche chiamato certificazione verde, diventerà obbligatorio per partecipare a molte attività. Ma, per adesso gli spostamenti sono salvi.

La Certificazione verde è richiesta in Italia per partecipare alle feste per cerimonie civili e religiose, accedere a residenze sanitarie assistenziali o altre strutture, spostarsi in entrata e in uscita da territori classificati in “zona rossa” o “zona arancione”.

LEGGI ANCHE: Renault Megane completa la gamma Hybrid.

Ma, dal 6 agosto sarà obbligatorio per accedere a qualsiasi tipo di servizio di ristorazione al tavolo al chiuso, spettacoli, eventi e competizioni sportive, musei, istituti e luoghi di cultura, piscine, palestre, centri benessere, fiere, sagre, convegni e congressi, centri termali, parchi tematici e di divertimento, centri culturali e ricreativi, sale da gioco, casinò e concorsi pubblici.

Eppure, anche se ci sono tutte queste nuove misure, per i viaggi – al momento – non sarà necessario mostrare il green pass. Quindi, se non cambiamenti dell’ultimo minuto, si può viaggiare in tutta l’Italia.

One thought on “Green Pass: cosa c’è da sapere per viaggiare in auto.

  1. Nessuno menziona, a partire del 6 agosto, cosa cambia a riguardo del numero dei trasportati, in auto (conviventi o meno), in possesso del green-pass. Forse un poco di chiarezza da parte del Governo e dei mezzi di informazione non guasterebbe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Next Post

Quanto guadagnano i piloti di F1: classifica 2021.

Mar Lug 27 , 2021
TweetSharePinQuanto guadagnano i piloti di F1: In Formula 1, quest’anno, è entrato in vigore il budget cup (tetto di spese) che ha toccato particolarmente i team, ma non i piloti essendo che loro sono fuori da queste spese. Grazie alle stime di Forbes si pensa che le 10 star più […]