Pagelle di metà stagione di F1.

Foto: Twitter @redbullracing

F1, Pagelle di metà stagione. Automotore.it: F1, MotoGP e auto.

Pagelle di metà stagione di F1: Siamo a metà stagione del campionato di Formula 1 e vi sveliamo le nostre pagelle con le valutazioni di ogni pilota.

Pagelle di metà stagione di F1: Siamo a metà stagione del campionato di Formula 1 e vi sveliamo le nostre pagelle con le valutazioni di ogni pilota.

Pausa estiva, quindi tempo di bilancio e riflessioni sotto l’ombrellone di qualche spiaggia.

LEGGI ANCHE: F1, Gp del Giappone 2021 cancellato.

Haas

Mick Schumacher (6) – Prima stagione in Formula 1 e fa subito vedere che ci sa fare battendo più volte il compagno di squadra. Ma fa anche molti errori, però finché le fa nella sua prima stagione e combatte per le ultime posizioni si può anche perdonare, ma quando avrà una monoposto più competitiva dovrà stare più attento.

Nikita Mazepin (5) – I piloti che non hanno una buona monoposto si mettono a confronto con i loro compagni di squadra e sicuramente il Russo non è messo molto bene, in qualifica è sempre stato dietro a Mick e in gara solo in poche occasioni è riuscito a piazzarsi davanti. Prima parte di stagione negativa per lui.

Alfa Romeo Racing

Kimi Raikkonen (6) – In qualifica nettamente più lento di Antonio, ma in gara l’esperienza del finlandese si fa sentire. Ha sprecato diverse occasioni, ma riesce a farsi perdonare con alcune belle prestazioni.

Antonio Giovinazzi (7) – Nel giro secco Giovinazzi è imbattibile, in gara invece Kimi lo batte spesso. Ma c’è da dire che Antonio ha avuto parecchie sfortune, soprattutto, legate al suo team che a causa dei pit stop sbagliati o strategie poco azzeccate ha fatto fatica a portare un buon risultato a casa.

Williams

Nicholas Latifi (6) – Battuto ogni singola volta dal compagno di squadra in qualifica e in gara non è mai stato competitivo. In Ungheria è riuscito a gestire bene la gara e si è piazzato in zona punti, anche davanti a Russell, ma in tutte le altre corse non c’è mai stata una speranza per lui.

George Russell (8) – Prima parte di stagione stratosferica, in qualifica è molto veloce in gara, invece, fa più fatica. Alcune volte spreca le occasioni, ma comunque riesce a portare a casa buone gare.

AlphaTauri

Pierre Gasly (8) – Quasi sempre in zona punti ed è molto spesso davanti al compagno di team. Merita un posto in Red Bull? Per quello che fa vedere direi di Sì.

Yuki Tsunoda (6) – Troppi errori, soprattutto, in qualifica. All’inizio dell’anno sembrava un talento spettacolare, invece si è capito che ha bisogno di esperienza.

Alpine

Esteban Ocon (7) – Alcune gare sono da WOW come in Ungheria, altre sono totalmente anonime come in Francia o in Stiria. Chissà se riuscirà a battere Alonso alla fine della stagione.

Fernando Alonso (8) – Nelle prime gare ha fatto molta fatica, ma quando ha iniziato a prendere la mano è ritornato il due volte campione del mondo. Quando è in forma, lo spagnolo, non si può battere.

Aston Martin

Sebastian Vettel (7) – Ha avuto poche occasioni di fare bene e quando l’ha avute non ha sprecato niente, se non per colpa del team come in Ungheria.

Lance Stroll (6) – Prime 11 gare anonime, è stato inquadrato solo quando faceva incidenti. Ha del potenziale, ma non sembra sfruttare bene le occasioni.

McLaren

Lando Norris (9) – Sicuramente il pilota più costante in queste prime 11 gare, se non si fosse ritirato in Ungheria avrebbe concluso tutte le gare del 2021 a punti. Fa pochi errori, è molto veloce in qualifica; è ormai un pilota completo, gli serve solo un po’ di esperienza.

Daniel Ricciardo (6) – Ha faticato ad adattarsi alla vettura e faticherà ancora. In qualifica è nettamente più lento di Norris e in gara non ha il suo stesso passo. Se fosse più a suo agio con la vettura molto probabilmente sarebbe lì dove è Lando, ma per adesso non è più il pilota di una volta.

Scuderia Ferrari

Charles Leclerc (9) – 2 Pole che in questa stagione valgono oro. Poteva sicuramente vincere Monaco, ma l’incidente in qualifica gli ha fatto perdere la sua prima vittoria nel 2021. Inoltre, si è creato delle possibile vittorie come in Gran Bretagna, dove ha fatto sognare i Ferraristi. Una prima parte di stagione molto buona per il monegasco.

Carlos Sainz (7) – Ha tantissimo potenziale, ma ha fatto tanti errori che gli sono costati grandi risultati. Alcuni esempi? Possiamo tirare fuori i lunghi a Imola dove ha perso l’opportunità di finire a podio, il bloccaggio in Azerbaijan, l’incidente durante la qualifica in Ungheria. Se non avesse commesso queste imprecisioni avrebbe molti più punti in classifica, ma dagli errori s’impara quindi speriamo in una seconda metà di stagione più pulita.

Red Bull Racing

Max Verstappen (9) – Un 2021 fantastico. Non ha concluso 3 gare, ma non a causa sua sempre per colpa degli altri. In quelle 3 corse ne avrebbe vinte sicuramente 2, e nell’altra sarebbe andato a podio e ciò significa che il primo in classifica piloti ci sarebbe lui. Ma così non è, quindi si deve dar da fare per questa seconda parte di stagione.

Sergio Perez (7) – Non a livello di Verstappen, ma riesce a portare a casa punti che servono molto alla squadra. Ha vinto una gara anche in circostanze fortunate, ed è riuscito a stare davanti alle due Mercedes in diverse occasioni, quindi prime 11 gare positive per lui.

Mercedes

Lewis Hamilton (8) – Più errori in questa prima parte di stagione che negli ultimi 3/4 anni. Ma, grazie alla sua bravura di trovarsi nel posto giusto nel momento giusto è comunque davanti nel mondiale piloti.

Valtteri Bottas (4) – Mai vinto una volta, mai avuto una vera possibilità di vittoria, insomma una prima parte di stagione veramente pessima da parte sua. Se vuole tenere il posto in Mercedes deve dare di più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Next Post

Formula 1 vs Le Mans Hypercar. Chi vince?

Mar Ago 24 , 2021
TweetSharePinDopo aver comparato la Formula 1 alla MotoGP, oggi ci andremo a mettere in contro alla famigerata F1 le Hypercar della Le Mans. Andremo a scoprire tutti i dati tecnici, dalla velocità in curva alla velocità massima. Quindi, Formula 1 vs Le Mans Hypercar, chi vince? POTENZA Formula 1 Le […]