Gp di Miami di F1 2022: Recensione gara

Gp Miami 2022 Recensione
Crediti foto: Aston Martin Aramco Cognizant Formula One Team ©

F1 2022-La Serie: Recensione del Gp di Miami del 2022. Oggi andremo a recensire la quinta gara della stagione 2022 di F1, trattando la corsa come se fosse una puntata di una serie TV.

TRAMA

Verstappen ha tolto la seconda posizione a Sainz in curva 1 all’inizio della corsa. Poi al nono giro Max ha passato anche Leclerc. Al 24esimo giro il monegasco è andato ai box e due giri dopo ci è andato anche il campione in carica.

Tutto sembrava tranquillo fino al giro 41, quando un contatto tra Gasly e Norris ha provocato una Safety Car. Perez ha colto l’occasione per rientrare ai box per le nuove medie ed è rimasto in quarta posizione.

La ripartenza al giro 47 ha visto Verstappen in vantaggio, ma Leclerc è rimasto vicino ed ha tentato più volte l’attacco su Max ma non è mai riuscito a chiudere il sorpasso. Sainz, invece, si è dovuto difendere su Sergio Perez.

A completare i primi cinque c’era ancora una volta George Russell, l’inglese ha sfruttato molto bene la Safety Car dopo essere partito 11esimo. Hamilton ha chiuso sesto davanti a Valtteri Bottas, con il finlandese che è andato lungo in curva 19 al giro 49 e ha fatto sfilare le due Mercedes.

Le Alpine hanno chiuso in ottava e nona posizione con Ocon davanti a Fernando Alonso. Chiude la top 10 un grandissimo Alex Albon con la sua Williams.

Kevin Magnussen si è ritirato all’ultimo giro dopo il contatto con Lance Stroll, così come Sebastian Vettel, che è stato colpito da Mick Schumacher sempre negli ultimi giri.

Gasly non ha terminato la gara dopo il contatto con Norris, mentre Zhou si è ritirato per primo per problemi alla vettura.

LEGGI ANCHE: F1 22, Il gioco ci mostra il circuito di Miami

Recensione del Gp di Miami del 2022

La puntata parte forte con battaglie in tutto il gruppo ma davanti è tutto troppo frettoloso e già al nono giro, con il sorpasso di Max su Leclerc, la corsa diventa poco emozionante.

Nella metà di gara tutto è ancora fermo e ci sono poche battaglie solo a centro e fine gruppo. A fine gara, però, tutto cambia con la Safety Car, la corsa diventa improvvisamente interessante e intensa.

L’emozione ci ha attaccato alla tv fino all’ultimo giro e gli interpreti sono stati fantastici, soprattutto, Carlos Sainz con una difesa pazzesca.

Ancora una volta le riprese erano pessime, quando c’era una lotta o un attacco la F1 riprende il pubblico o altrove, ormai è da troppe gare che questo succede. L’altro aspetto negativo è probabilmente una parte centrale noiosa, ma che poi costruisce un finale intenso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Next Post

Bottas sul Gp di Miami 2022: "Sono stato fortunato che nulla si è rotto sulla macchina".

Mar Mag 10 , 2022
TweetSharePin Bottas ha concluso in settima posizione il GP di Miami del 2022 ma poteva finire in quinta se non avesse fatto un errore che quasi gli costava l’intera gara. Il finlandese ha gestito una gara fantastica fino alla Safety Car causata da Lando Norris e Pierre Gasly. Al rientro […]