Toyota presenta il nuovo Hilux GR Sport

Toyota Hilux, vincitore della Rally Dakar, ha ispirato gli ingegneri giapponesi a creare la versione più sportiva, la GR Sport.

Toyota ha introdotto miglioramenti delle sospensioni dedicati con maggiore controllo, reattività e sensazione di aderenza. Una serie di esclusive caratteristiche di design esterno e interno rafforzano il fascino del veicolo.

SOSPENSIONI

La caratteristica fondamentale dell’aggiornato sistema sospensivo è l’introduzione di nuovi ammortizzatori monotubo e nuove molle all’anteriore.

Il design monotubo può contare su un’area del pistone più ampia per offrire migliori prestazioni di smorzamento, con una risposta più rapida e una migliore dissipazione del calore.

Le molle elicoidali anteriori sono state irrigidite. Queste modifiche si aggiungono agli aggiornamenti delle sospensioni precedentemente introdotti per il nuovo Hilux, comprese le balestre posteriori riaccordate e le nuove boccole.

Rispetto all’Hilux standard queste modifiche offrono miglioramenti significativi per quanto riguarda la maneggevolezza – tra cui un minor sforzo di sterzata e una maggiore reattività agli input del guidatore -, prestazioni in rettilineo, rollio ridotto e una maggiore aderenza al posteriore.

LEGGI ANCHE: Teaser Alfa Romeo Tonale – mostrati nuovi dettagli

MOTORE

Toyota Hilux GR SPORT monta il motore da 2,8 litri, introdotto nella gamma nel 2020. Con 204 CV (150 kW) e 500 Nm di coppia, è abbinato a un cambio automatico a sei velocità.

Il nuovo Hilux GR SPORT arriverà presso i rivenditori di tutta Europa nell’autunno 2022.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Next Post

Le cose che non ci dimenticheremo mai della stagione di F1 2021.

Lun Gen 3 , 2022
TweetSharePinSiamo entrati nel 2022, ciò significa che siamo nell’anno della nuova stagione con le nuovissime monoposto, ma prima di lasciarci il 2021 alle spalle andiamo a vedere le cose che non ci dimenticheremo mai della scorsa stagione di F1. Quella 2021 è sicuramente una delle stagioni più belle della storia […]