Sainz, il pilota numero due?

Crediti foto: Scuderia Ferrari

La stagione 2022 per la Scuderia Ferrari è iniziata alla grande con una monoposto che non ha niente a che vedere con quella degli ultimi due anni. Mentre Charles Leclerc si è messo subito in azione, il pilota Carlos Sainz ci sta mettendo un po’ di più, secondo me perchè risente un po’ il successo del compagno.

La stagione per lui è iniziata bene ma non come quella del compagno di squadra. Ci sono stati due ritiri su quattro gare. È un ragazzo di grande talento secondo me, ma è come se soffrisse il compagno. Charles Leclerc è con la ferrari da più tempo e quest’anno, grazie alla macchina che gliene da la possibilità, sta davvero mostrando le sue capacità.

LEGGI ANCHE Rinnovo Sainz-Ferrari: Lo spagnolo rimane con la rossa fino al 2024

Ottimo pilota, ma come credo che lo sia anche Sainz che però mi da la sensazione di sentirsi inferiore e quindi si sente in dovere di dover dimostrare di essere capace. Questo me lo conferma per esempio il Gp di Australia, dove lui partiva nono e giustamente ha cominciato la sua corsa con la voglia di rimonta, ma purtroppo è andato oltre e questo l’ha costretto al ritiro per essere uscito fuori pista ed essersi insabbiato. Il suo andare oltre secondo me è dovuto al fatto di non voler diventare il numero due della squadra. È anche vero che è stato sfortunato ogni tanto.

In ogni caso siamo ancora all’inizio e avrà il tempo di rifarsi e dimostrare che di talento ne ha da vendere. Per me al momento non ce un pilota numero uno e numero due. Credo che sia Carlos Sainz che Charles Leclerc abbiano le capacità per fare qualcosa di grande.

E voi? Vedete un numero uno e un numero due oppure entrambi se la possono giocare? Anche voi avete questa sensazione su Carlos Sainz? Fatemelo sapere nei commenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Next Post

Spettatori presenti al Gp di Imola del 2022, ecco quanti erano.

Gio Apr 28 , 2022
TweetSharePin Il 24 Aprile del 2022 c’è stato il Gp di Imola e gli spettatori erano tanti, tantissimi. Ecco quanti erano. Il Gp dell’Emilia Romagna a Imola è stato particolarmente noioso, ma chi ha tenuto vivo il circuito durante quei punti morti della corsa è stato sicuramente il pubblico. Una […]