Quella volta che Kimi Raikkonen mando quasi in fallimento la Lotus.

Kimi Raikkonen mando quasi in fallimento la Lotus.
Foto presa di F1.com

Kimi Raikkonen, pilota dell’Alfa Romeo Racing di F1, mando quasi in fallimento la Lotus. Proprio così, avete capito bene.

Dopo aver lasciato la Formula 1 alla fine del 2009, ha partecipato al campionato del mondo rally, disputando 22 gare e raccogliendo 59 punti, e ad alcune prove della NASCAR.

Nel 2012 ritornò in F1 con la Lotus, e fece veramente molto bene. Conquistò due vittorie, 15 podi e 390 punti, era il terzo miglior pilota di quelle due stagioni dopo Sebastian Vettel(Red Bull) e Fernando Alonso (Ferrari).

LEGGI ANCHE: Gp Spagna di F1 – Hamilton vince con un sorpasso pazzesco, Ferrari 4° e 7°.

Ma questo straordinario ritorno fece avere non pochi problemi finanziari alla Lotus F1 Team. A raccontarlo è stato un giornalista finlandese, Heikki Kulta, al sito ufficiale di Formula 1:

“È stato sorprendente vedere quanto velocemente fosse in grado di adattarsi dopo tutto quel tempo, alla quarta gara del 2012, in Bahrain, è arrivato secondo. Poi ci fu la vittoria di Abu Dhabi, il 4 novembre, che è stata qualcosa che rimarrà con me per sempre. Raikkonen ha conquistato 390 punti in due anni con Lotus. Il capo della squadra, Gerard Lopez, non si aspettava certo un simile risultato e l’accordo che aveva fatto era di pagare 50.000 Euro a punto a Kimi, questo portò quasi al fallimento la squadra. Il solo bonus per i punti ha garantito a Raikkonen 19.5 milioni di Euro” concluse così Heikki.


Divertiti con i nostri Quiz sulla Formula 1 qui su Automotore.it (clicca qui)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Next Post

Contratto di Hamilton con la Mercedes prima della pausa estiva.

Mer Mag 12 , 2021
TweetSharePinIl vincitore del Gran Premio di Spagna Lewis Hamilton ha detto che vuole iniziare già a trattare con la Mercedes per il contratto del prossimo anno. Hamilton e Mercedes hanno annunciato solo un’estensione di un anno del suo contratto per questa stagione l’8 febbraio, poco più di un mese prima […]