News

Vettel:"Il mio obiettivo era di vincere un campionato con la Ferrari e abbiamo fallito".

di Demasi Ivan

23 Luglio 2020

Il sogno di vincere con la Ferrari di Sebastian Vettel non è andato nel modo che avrebbe sperato.Ma come ha rivelato il quattro volte campione in una recente intervista, non ha rimpianti per essersi trasferito alla Ferrari.

Parlando con Martin Brundle di Sky Sports F1 in vista del Gran Premio di Ungheria, a Vettel è stato chiesto se fosse stato ferito dalla decisione della Ferrari di non trattenerlo oltre la fine del 2020 - con Vettel che aveva rivelato in Austria che non ha avuto nemmeno un'offerta da parte della Ferrari.

"Penso che una decisione rimanga tale", ha risposto Vettel. "Sono un professionista al riguardo e devo prendere qualsiasi decisione. Sai, il modo in cui [è stato fatto] avrebbe potuto essere, forse, un po 'diverso, ma è quello che è e qualunque sia il mio sentimento al riguardo, devo loro rispetto e dare loro tutto quello che posso e cercare di avere la stagione migliore che posso nonostante la difficile situazione ".

Le analogie tra Vettel e il suo eroe d'infanzia Michael Schumacher, quando ha firmato per la Ferrari alla fine del 2014, sono state sorprendenti. I due tedeschi avevano entrambi vinto più titoli con altre squadre, Benetton nel caso di Schumacher, Red Bull nel caso di Vettel.


Ma mentre dopo un po 'di balzo iniziale, la carriera di Schumacher è andata alla grande con la Ferrari, portando a cinque ulteriori titoli e aggiungendo 72 vittorie alla Ferrari quando ha lasciato la squadra nel 2006, Vettel ha fatto il contrario, aggiungendo "solo" 14 vincite ai suoi attuali 39 - e, soprattutto, zero titoli.

Poi gli è stato chiesto se si fosse pentito della mossa piuttosto che, diciamo, stare alla Red Bull, Vettel ha risposto: "No, non lo so - e questa è la verità.

“La Ferrari è sempre stata un mio sogno, fortemente ispirato da Michael...Sono stato ispirato da lui, e sono ancora ispirato da lui perché penso che sia il migliore che ci sia mai stato. Speravo di togliere alcuni campionati a Lewis [Hamilton] in modo che il record di Michael fosse un po 'più lungo;ma ora siamo un po 'fuori dalla lotta del campionato per provare a bloccarlo.

“Ma penso che volevo che funzionasse più per me che per Michael. Penso che guardando indietro, la mia missione, il mio obiettivo fosse vincere un campionato e non l'abbiamo fatto. Quindi a tal proposito abbiamo fallito. Tuttavia, abbiamo avuto degli anni davvero buoni, alcuni momenti salienti e alcune buone gare. Quindi non me ne pento. "

commenti sul blog forniti da Disqus