Formula 1

L'Hungaroring ha regalato alcune gare di cracking nella sua illustre storia, ma poche erano elettrizzanti come l'edizione di quest'anno, dato che Lewis Hamilton e Max Verstappen hanno avuto una lunga battaglia di ding-dong per il comando, con la Mercedes che giocava con la strategia e Hamilton che faceva la sua inseguendo brillantemente il pilota della Red Bull per ottenere una vittoria sensazionale.

Hamilton è stata la classe del campo in questa era di F1, mentre Verstappen è emerso come il pilota a prendere un posto nella mensola dei campioni. Poiché la Red Bull ha colmato il divario con la Mercedes quest'anno, le possibilità del duo di combattere ruota a ruota sono aumentate e in Ungheria siamo stati trattati per il tipo di battaglia per il vantaggio che ci aspettiamo di vedere molto di più in futuro .

Hamilton ha reso le cose eccitanti passando Valtteri Bottas alla curva 2 prima di partire all'inseguimento dell'olandese. La Red Bull sembrava aver inchiodato la strategia quando ha percorso Verstappen sei giri prima di Hamilton e ha chiuso con un vantaggio di sei secondi, con entrambi i piloti che guidavano le gomme dure. Ma poi le cose sono diventate eccitanti.

Hamilton ha dato la caccia a Verstappen, lanciando un attacco che ha quasi conquistato il comando. Indietreggiò per raffreddare i suoi freni, ma poi Mercedes tirò i dadi e lo spinse per un secondo stop non programmata, montando le gomme medie. Hamilton non era sicuro che fosse la cosa giusta da fare, mettendo in discussione la decisione alla radio. Ma non avrebbe dovuto preoccuparsi.

Il britannico ha inseguito Verstappen, che è stato costretto a rimanere fuori perché, se avesse reagito allo stop, sarebbe rientrato in seconda posizione. Ciò significava che doveva far durare le sue gomme dure - ma era un ordine troppo alto e con tre giri dalla fine, Hamilton ha fatto il passaggio per prendere il comando, andando a conquistare la sua settima vittoria nel GP ungherese.

Verstappen è stato costretto a rientrare, avendo esaurito le gomme, ed è rientrato secondo. Ha prontamente pompato nel giro più veloce, per ottenere il punto bonus extra, e ha attraversato la linea 17,7 secondi alla deriva con Sebastian Vettel che ha superato il compagno del team Ferrari Charles Leclerc per il terzo posto, ma è stato un incredibile 61,4 secondi sul vincitore della gara.

Carlos Sainz continua un sensazionale percorso di forma con un brillante quinto per la McLaren, dietro a lui c'è Pierre Gasly della Red Bull e Kimi Raikkonen dell'Alfa Romeo. Bottas, che è stato costretto ha fare presto un pit stop cambiando anche l'ala dopo il contatto con Hamilton e Leclerc, è tornato all'ottavo posto, con Lando Norris di McLaren e Alexander Albon di Toro Rosso che hanno completato la top 10.

Di seguito le classifiche:
1HAM
1:35:03.79625
2VER
+17.796s19
3VET
+61.433s15
4LEC
+65.250s12
5SAI
+1 lap10
6GAS
+1 lap8
7RAI
+1 lap6
8BOT
+1 lap4
9NOR
+1 lap2
10ALB
+1 lap1
11PER
+1 lap0
12HUL
+1 lap0
13MAG
+1 lap0
14RIC
+1 lap0
15KVY
+2 laps0
16RUS
+2 laps0
17STR
+2 laps0
18GIO
+2 laps0
19KUB
+3 laps0
NCGRO
DNF0
Giro Veloce:
Verstappen:1:17.103