News

Toto Wolff:"Contratto di Hamilton non prima della fine della stagione".

di Demasi Ivan

19 Novembre 2020

Il nuovo contratto di Lewis Hamilton con la Mercedes difficilmente verrà firmato entro la fine della stagione, dice il Team Principal Toto Wolff.

Con i titoli già assegnati, si prevede che Hamilton e Wolff cominceranno a parlare definitivamente di un rinnovo del loro contratto, anche se Hamilton è ancora concentrato sulle ultime 3 gare.

"Penso che molto probabilmente stiamo guardando verso la fine dell'anno", ha detto Wolff. "Non voglio metterci sotto pressione prima del Bahrain o prima di Abu Dhabi per dire che annunceremo un nuovo contratto perché non ci sono pressioni. Quando è fatto, è fatto".

Mercedes è stata molto flessibile con Hamilton, dandogli la libertà di perseguire interessi al di fuori della F1,come la sua gamma di moda,e Wolff si aspetta che questo sia un argomento dei loro colloqui quando si siederanno.

"Riconosco sempre ciò che è importante per lui, e cerco di capire cosa lo mette in un buon posto", ha detto Wolff. "Sono sempre a favore dei suoi vari interessi, come la moda, dove gli abbiamo permesso di viaggiare per il mondo [per promuoverla], e lui stesso è stato il migliore da quando ha iniziato.

"Non è [il contratto] complesso, riconosco da dove viene per avere un migliore equilibrio nella vita lavorativa". E' difficile per tutti noi con i viaggi".
 
Per Hamilton, il nuovo contratto riguarda i dettagli e non solo i suoi impegni nelle corse.

"Credo di avere il miglior contratto che ci sia per quanto riguarda la struttura, la gestione del tempo, la squadra che mi ha messo intorno, è stato fantastico", ha detto giovedì in Turchia. "Cerco sempre di vedere come possiamo migliorare. Come posso essere più efficiente e fare di più per i partner? Come posso posizionarmi per fare di più per il team?

Ha aggiunto: "Sono molto consapevole dell'idea di voler continuare con Mercedes, mi piacerebbe aiutarli in questa ricerca che spinge al cambiamento.

"Mi piacerebbe aiutarli a spingere per la diversità, perché all'interno dell'organizzazione - come per ogni organizzazione là fuori - non ce n'è abbastanza. C'è molto da discutere e molto da affrontare, ma penso che lo faremo se non dopo che il lavoro sarà finito, in particolare alla fine dell'anno.

"Al momento non mi sento finito. Ci sono sempre dei punti da migliorare. Amo le corse, amo la sfida e non credo che questo cambierà molto presto".
commenti sul blog forniti da Disqus