Formula 1

Da quello che potrebbe essere educatamente descritto come un "inizio difficile" per la stagione 2019, Williams ha fatto buoni progressi nel avvicinarsi di più al centrocampo mentre l'anno è progredito, anche se non si riflette necessariamente nella classifica. Ma anche se ha lottato in alcune battaglie da protagonista, sotto il radar in questo termine, il debuttante George Russell ammette di essere ancora limitato da alcune delle debolezze della FW42 ...

Russell si è qualificato 18 ° l'ultima qualifica in Giappone, a soli due centesimi di secondo dalla Racing Point di Sergio Perez nel Q1 attorno al circuito Suzuka tecnicamente impegnativo. Ma ha descritto la gara come "una delle peggiori dell'anno" poiché i problemi di frenata hanno rallentato i suoi progressi.

"Abbiamo avuto un po 'di problemi di frenata per una serie di eventi", ha spiegato Russell. “È stato particolarmente brutto in gara, sai, quando freni sempre di meno in ogni curva, significa che non hai la sicurezza di attaccare la curva, il che stava compromettendo il mio ritmo.

George Russell
"È solo coerenza: alcuni giri funzionano bene e altri no. Quindi, dobbiamo esaminare i dati e capire perché.

“Quando hai un solo giro, puoi fare un po 'di differenza, quando è un intera corsa di 50 o più giri si fa una specie di pareggio. Con problemi del genere, sembra che sto facendo più giri di tutti invece ne faccio quanto gli altri o addirittura meno.

Sfortunatamente per Russell, l'unico pilota in griglia senza un punto nel 2019, il layout e le condizioni a Città del Messico che è di gran lunga il circuito più in alto del calendario  potrebbero mettere in evidenza i problemi di frenata di Williams una volta di più, con la ridotta densità dell'aria significa che i freni ottengono un allenamento molto più duro ...
Contattaci