Formula 1

La visione più concreta di come potrebbero apparire i regolamenti 2021, progettati per rimodellare radicalmente il make-up della Formula 1, è stata rivelata dalla FIA e dalla Formula 1. L'intenzione iniziale era stata svelata nel giugno 2019, è stato deciso che un ritardo nella presentazione delle regole per consentire ulteriori perfezionamenti sarebbe saggio.Quindi, in anticipo rispetto alla loro nuova proposta rivelatrice alla fine di ottobre 2019, Ross Brawn e Pat Symonds - Amministratore delegato di Formula 1 di Motorsports e Chief Technical Officer rispettivamente - insieme a Nicholas Tombazis, responsabile degli aspetti tecnici del monoposto della FIA, ci parlano attraverso quattro pilastri fondamentali dei nuovi regolamenti e il lavoro che deve ancora essere svolto prima della loro finalizzazione.

I principi fondamentali

1. Più auto da corsa

 Le norme aerodinamiche introdotte per il 2019 sono state progettate per cercare di rimediare ai problemi causati dai cambiamenti delle regole del 2017, che hanno visto il complicato design aerodinamico di queste auto ridurre il carico aerodinamico per una vettura successiva del 50%. Ma secondo Tombazis, qualsiasi miglioramento raggiunto nel 2019 non è nulla in confronto a quello che vedremo fra due anni, quando "l'effetto suolo" (carico aerodinamico prodotto dalla parte inferiore sagomata delle auto) svolgerà un ruolo molto più importante nel modo in cui le auto generano il loro carico aerodinamico ... "[Con l'auto del 2021] in genere, da circa il 50% di perdita di carico aerodinamico per la vettura che segue a due auto di distanza [nel 2017] si riduce a una perdita del 5-10%", afferma Tombazis. "Quindi abbiamo una massiccia diminuzione della riduzione del carico aerodinamico per la vettura che segue."Questa è un'enorme differenza. Ma anche l'aria ha ulteriori effetti a catena, tra i quali il principale è l'effetto dannoso sui pneumatici delle vetture che seguono. E con questo in mente, anche le gomme sono un fattore chiave da cambiare per il 2021, quando la Formula 1 passa da una gomma da 13 pollici a una da 18 pollici. "Siamo in profonda consultazione con Pirelli," afferma Tombazis, "su come fare in modo che le gomme salgano davvero e si trovino in una posizione in cui consentono alle persone di correre; non si degradano, non costringono le persone a gestire le gomme così tanto. "" Penso che stavamo chiedendo completamente le cose sbagliate di Pirelli negli ultimi due anni ", aggiunge Symonds. "L'obiettivo di alto degrado non è la strada da percorrere."

PIÙ DETTAGLI
• Si riconosce che i pit stop sono importanti in F1 e apprezzati dai fan, così come dice Symonds, il piano non è per Pirelli produrre un pneumatico super-duro, "Le Mans-type che andrà avanti e avanti e avanti".
• È stato proposto di bandire le coperte per i pneumatici nel 2021

Un'interpretazione di come potrebbe sembrare un'auto 2021, basata su ciò che sappiamo finoray6y65y5jpg


2. Una griglia più compatta. 

Il Gran Premio dell'Inghilterra 2019 è stato senza dubbio uno spettacolo - ma i fatti restano che il tempo in qualifica di Valtteri Bottas in qualifica è stato più veloce di tre secondi rispetto a quello di Robert Kubica(in ultima posizione) - e Ross Brawn è sincero che è un divario troppo grande per questo sport, con un obiettivo chiave avere una griglia più compatta.
"Abbiamo tre squadre in grado di vincere gare al momento, tutto qui"."Nei prossimi due anni, la Formula 1 sarà su un percorso molto migliore ... dove un team veramente buono e moderatamente finanziato può causare molti problemi. Questo è quello che vogliamo.

Parte del piano per raggiungere questo è avere una serie di quelle che Brawn descrive come regole aerodinamiche "molto prescrittive", progettate per impedire a una squadra di scoprire una "pallottola d'argento" che permetta loro di schiacciare gli altri team. E mentre Brawn - meglio della maggior parte - capisce come quei vincoli potrebbero frustrare gli aerodinamici di alcuni team di F1, era fermamente convinto che il bene dello sport dipendesse da loro.

PIÙ DETTAGLI

• La rimozione di alcuni aiuti al conducente sulle auto è in corso di valutazione prima di ottobre

• Si sta studiando anche una riduzione della telemetria dal muretto al pilota

• È stato proposto che un pilota abbia un ruolo molto più importante nella gestione di problemi automobilistici come surriscaldamento e usura delle gomme durante la gara, piuttosto che avere i loro ingegneri di gara che li guidano attraverso questi problemi

3. Le auto che ti fanno dire"wow"

Le macchine di Formula 1 devono rappresentare l'apice dell'ingegneria monoposto, ma devono anche essere qualcosa di molto più basilare: devono essere belle. E così, mentre il tempo sul giro è fondamentale, fare in modo che l'auto della 2021 F1 meriti un posto sul muro di una camera da letto dei fan è stata giudicata altrettanto importante. "Puntiamo a rendere il prodotto finale esteticamente piacevole", afferma Tombazis.
Con questo in mente, mentre lo sviluppo del prototipo 2021 è ovviamente molto in basso la strada a questo punto, ci sono ancora alcune raffinatezze da fare prima di ottobre. "L'ala anteriore, non siamo ancora del tutto soddisfatti," dice Tombazis, "sia da un punto di vista aerodinamico e da un punto estetico. Quindi stiamo cercando di renderlo un po 'migliore in entrambi gli aspetti. Ci sono buone ragioni per cui l'ala è molto ampia aerodinamicamente, ma tutti apprezzeremo che non è il miglior risultato estetico, quindi c'è del lavoro in corso.
PIÙ DETTAGLI
• La FIA e la Formula 1 lavoreranno con uno stilista automobilistico per tradurre importanti caratteristiche progettuali della vettura nei regolamenti tecnici
• Insieme alle auto, verrà analizzato anche il tipo di circuiti su cui si disputerà la Formula 1, con la nuova gara in Vietnam che sarà la prima prova di "una nuova filosofia su dove dovrà andare la Formula 1", secondo Brawn
image 2jpg


4. Un campionato economicamente valido 

Non solo la FIA e la Formula 1 stanno cercando di imporre limiti finanziari e regolamenti finanziari più severi per il 2021 - vogliono anche che i team siano semplicemente in grado di gareggiare con meno soldi, con una serie di potenziali elementi che riducono i costi già identificati.Sono inclusi: cerchioni standardizzati, un sistema di frenatura standardizzato, un divieto di sistemi di sospensione idraulici, riduzione dell'uso di determinati materiali esotici, direttori standardizzati, data congelata dei parametri del cambio, dispositivo standardizzato per tutti i team. Tutti i suddetti argomenti vengono discussi per l'inclusione nelle normative 2021, mentre meno cose tangibili come una riduzione del tempo concesso nella galleria del vento potrebbero anche avere un ruolo nel prevenire che il potere finanziario sia l'essere-tutto-e-fine-tutto in F1. In cima a tutto ciò, i controlli dei costi saranno messi in atto per limitare le dimensioni delle squadre, con l'obiettivo di fermare nuovamente le grandi squadre - radunando quelle più piccole con risorse superiori. "Le grandi squadre saranno ancora le grandi squadre ", afferma Brawn. "Ma in tutti i guadagni marginali che fanno dove hanno 10 persone su un progetto anziché due, il che porta il 5% in più di prestazioni - non lo faranno più. Non possono, o se lo fanno, si stanno perdendo in altre aree dove forse potrebbero ottenere migliori guadagni". 

PIÙ DETTAGLI

• È stato proposto che gli stipendi dei piloti e gli stipendi di un piccolo numero di personale chiave del team non verrebbe incluso nel controllo dei costi 

• Le attività di marketing probabilmente non sarebbero limitate sotto il controllo dei costi, poiché, secondo Brawn, "è positivo per la Formula 1, è positivo per tutti"