Formula 1

Il Ferrarista non ha dimenticato i suoi trascorsi di karting e ha dato vita a una sua squadra con BirelArt.

Charles Leclerc è molto legato al mondo del karting dove ha mosso i suoi primi passi da pilota. Il monegasco è certamente il giovane talento della F1 che ha più impressionato nel mondiale 2019: il ferrarista ha collezionato un bottino di risultati importanti che potevano anche essere più corposi.

Due vittorie, nove podi, sette pole position con la Ferrari la dicono lunga sulle qualità del 22enne che, però, non si focalizza solo mondo dei Gp.

Leclerc ha detto che lancerà presto la sua linea di abbigliamento (e del resto la Ferrari ha ufficializzato che ha avviato una partnership con Armani) seguendo un po’ gli orientamenti dell’esa-campione Lewis Hamilton, ma nel frattempo ha dato vita a una squadra di karting con Birel ART.

“Sono molto felice di annunciare che ora avrò il mio team di kart. Ho cominciato a correre 18 anni fa sognando la Formula 1, la maggior parte dei momenti più belli che ho vissuto nelle corse risalgono ai giorni del karting, la categoria dove ho imparato di più. Non vedo l’ora di vedere questa bellezza in pista”.

È curioso come il karting sia un richiamo per i piloti che sono arrivati in F1 dal momento che Nico Rosberg, Fernando Alonso e Daniel Ricciardo sono molto attivi in questo campo: il tedesco sta allevando per Mercedes Motorsport Andrea Antonelli, il ragazzino bolognese che la Stella vuole portare in F1, mentre lo spagnolo, come l’australiano ha allestito la sua scuola di karting che è una buona opportunità di business oltre che divulgativa della specialità.

Contattaci