News

Red Bull perde una battaglia contro la Mercedes.

di Demasi Ivan
4 Luglio 2020

Si può dire che la Mercedes ha già ottenuto una sorta di vittoria dopo che gli steward in Austria hanno giudicato legale il sistema DAS protestato da Red Bull.


A seguito delle due sessioni di prove di ieri condotte dalla Mercedes,è stato annunciato che la Red Bull stava protestando contro la legalità del sistema, che la Mercedes ha debuttato per la prima volta nei test pre-stagionali a febbraio e che sarà bandita dal 2021 in poi.


Red Bull ha presentato una protesta per una presunta violazione del Regolamento tecnico, in particolare l'articolo 3.8 che fa riferimento all'influenza aerodinamica e l'articolo 10.2.3, in cui si afferma che "non è possibile apportare alcuna modifica a nessun sistema di sospensione mentre l'auto è in movimento".

Gli steward alla quale hanno partecipato membri di entrambi i team (di persona o tramite video), nonché Nikolas Tombazis dell'ufficio tecnico della FIA, è stato stabilito che DAS fa parte del sistema di sterzo della Mercedes W11, "sebbene non convenzionale".

Di conseguenza, gli amministratori hanno deciso che il DAS non poteva violare le norme relative alle sospensioni.

Il risultato significa che Mercedes può continuare a far funzionare il sistema, che si ritiene possa consentire alle gomme di essere riscaldate più uniformemente sui rettilinei, riducendo così l'usura e favorendo l'aderenza, pur consentendo la massima stabilità in curva.

I loro rivali, nel frattempo, potrebbero ora cercare di adottare una versione del sistema prima che la stagione finisca - e il boss della Red Bull Christian Horner ha già lasciato intendere che la sua squadra potrebbe fare proprio questo.

commenti sul blog forniti da Disqus