Formula 1

Ha disputato sei gare senza una pole position e Lewis Hamilton non immagina le sue possibilità di finire quella serie questo fine settimana in Messico.
Il leader del campionato - e detentore del record assoluto di pole position in F1 - deve segnare 14 punti in più rispetto al compagno di squadra Valtteri Bottas dell'Autodromo Hermanos Rodriguez per conquistare un sesto titolo storico, ma non è sicuro che accadrà...


Questa è la siccità più lunga di Hamilton senza pole position dal 2015, quando ha corso sette gare senza la prima posizione sulla griglia a suo nome. L'ultimo pilota della Mercedes che ha conquistato la pole è stato nel caotico Gran Premio tedesco, dove ha concluso nono.

Da allora, Max Verstappen ha conquistato la sua pole inaugurale in Ungheria, prima che la Ferrari passasse dalle qualifiche dal Belgio al Giappone: Charles Leclerc aveva conquistato quattro delle sue cinque pole position dalla pausa estiva.

Cos'è cambiato dal Gp del Messico dell'anno scorso?
"Oh, non credo che sia cambiato molto", ha detto Hamilton in Messico mentre ha minimizzato le possibilità della Mercedes di qualificarsi. "Andremo nel fine settimana sapendo che la Ferrari è incredibilmente veloce, di solito sui rettilinei, e ovviamente i rettilinei sono un elemento potente del circuito, quindi non so quando avremo un'altra pole."

Il ritmo di gara della Ferrari, tuttavia, è un'altra domanda, anche se Hamilton crede che questa striscia senza pole non sia necessariamente motivo di preoccupazione in quanto le frecce d'argento sono in grado di rovesciare l'equilibrio quando le luci si spengono.

"Come hai visto nelle gare precedenti, in questi giorni non si tratta necessariamente di qualificarsi, si tratta di assicurarsi che la vettura sia pronta anche per la gara", ha spiegato.
Contattaci