News

Gasly:"È difficile da accettare",queste le parole del francese sul ritorno a Spa un anno dopo la perdita di Hubert.

di Demasi Ivan

27 Agosto 2020

L'intera comunità delle corse automobilistiche è rimasta scioccata e rattristata dopo che il pilota di F2 Anthoine Hubert ha perso la vita in un incidente a Spa l'anno scorso, niente di più di Pierre Gasly, che era uno dei suoi amici più cari.In vista del Gran Premio del Belgio di questo fine settimana, Gasly ha riflettuto su un difficile ed emozionante ritorno a Spa-Francorchamps.

Il pilota dell'AlphaTauri ha reso omaggio a Hubert deponendo fiori in pista giovedì mattina in vista del weekend di gara, e successivamente ha spiegato le emozioni contrastanti che ha avuto al ritorno in pista.

"Ero un po 'preoccupato perché non sai mai veramente come reagisci e devo dire che questa mattina è stata dura e strana, perché Spa è la mia pista preferita, e sono sempre venuto qui con ottimi ricordi, dalla mia prima vittoria in monoposto, in Formula 4,alle vittorie in GP2",ha detto Gasly.

"Quest'anno è una storia diversa perché non appena ho messo un piede nel paddock ho avuto queste immagini che mi sono tornate in mente e cose che non voglio accettare, o che fatico ad accettare.

“Durante la marcia in pista avevo in mente immagini e filmati che avrei voluto non fossero mai accaduti. Sfortunatamente, questo è il pericolo del nostro sport ed è difficile da accettare.
“Ero con lui dopo Budapest [nel 2019] a cena la domenica con lui e abbiamo condiviso un bel momento, e c'era anche la sua ragazza e un altro amico la domenica sera dopo Budapest. Questa è stata l'ultima volta che l'ho visto.

"È stato uno dei primi a inviarmi un messaggio quando la Red Bull ha deciso di rimettermi in Toro Rosso e sì, per me è molto difficile accettare che non sia più con noi".

"Era uno dei ragazzi con cui ho trascorso la maggior parte del mio tempo durante la mia infanzia", ​​ha spiegato Gasly. “Eravamo rivali, ma allo stesso tempo so che non avrei mai ottenuto quello che ho fatto senza crescere con lui, perché ci stavamo spingendo così tanto sia dentro che fuori pista.

“Mi ha reso un atleta migliore, mi ha reso un pilota migliore e mi ha sempre spinto a dare buoni risultati e trovare di più per me stesso. Ha fatto parte del mio sviluppo personale come persona e come pilota e non posso che essere grato per questo ", ha concluso.

Gasly si reca in Belgio per il suo terzo Gran Premio a Spa-Francorchamps. Si è classificato nono nelle sue due precedenti gare in pista per la Toro Rosso.
commenti sul blog forniti da Disqus