Formula 1

F1:Verstappen"Honda può competere con la potenza Mercedes".

di Demasi Ivan

13 Dicembre 2019

C'è stato chi ha messo in dubbio la scommessa della Red Bull su un passaggio alla motorizzazione Honda per il 2019, ma è una scommessa che sembra aver pagato, con Max Verstappen che ha vinto tre gare nella prima stagione della partnership insieme. E l'olandese è convinto che, per quanto riguarda la potenza, la Honda sia competitiva quanto la Mercedes.

Il ritorno della Honda in Formula 1 con la McLaren nel 2015 è stato problematico, con le due società che si sono separate alla fine del 2017 dopo tre stagioni infruttuose insieme. Ma con i rapporti tra la Red Bull e i fornitori Renault in modo analogo in quel periodo, Red Bull ha fatto appello per passare alla potenza Honda per il 2019, dopo un anno di prova di Toro Rosso con le unità Honda nel 2018.

L'alleanza Red Bull-Honda si è rivelata immediatamente un successo, con Verstappen che ha conquistato le prime due pole position della sua carriera nel 2019 e ha vinto in Austria, Germania e Brasile sulla strada del terzo posto nella classifica piloti - il più alto che abbia mai finito.

C'è stato successo anche al Toro Rosso, con Daniil Kvyat e Pierre Gasly che hanno conquistato il podio per il team nel 2019. E con Gasly in particolare che si è guadagnato il podio in Brasile trascinando la Mercedes Lewis Hamilton sulla linea del traguardo, Verstappen ha confermato che la potenza della Honda erano quasi alla pari di quelle delle Frecce d'Argento.

"Siamo molto vicini alla Mercedes", ha detto Verstappen. “[Honda] ha lavorato a pieno ritmo e il miglioramento che abbiamo apportato con le ultime due [specifiche del motore] è stato notevole.

"Quello che penso sia molto positivo è che abbiamo raggiunto un obiettivo durante tutto l'anno e siamo sempre stati allo stesso livello o al di sopra dell'obiettivo, che non avevamo mai avuto prima. Quindi questa è una buona cosa. [Honda] è sempre stata molto onesta in quello che avremmo ottenuto,il che ovviamente è ancora meglio! ”

Il 2018 ha visto sia Daniel Ricciardo  che il compagno di squadra Verstappen e poi del Red Bull sperimentare frustrazioni con affidabilità, con entrambi i piloti che hanno subito più ritiri durante l'anno. E Verstappen sembrava soddisfatto del fatto che le unità di potenza Honda sembravano funzionare più armoniosamente con il telaio della Red Bull.

"L'affidabilità durante tutto l'anno, non ci siamo mai ritirati su un problema Honda, quindi penso che sia molto positivo", ha detto. “Abbiamo anche perso molti punti a causa di problemi di affidabilità in passato, che erano sia auto che motore, e penso che abbiamo migliorato entrambe le parti. Sono molto contento perché alla fine della giornata, se vuoi lottare per un campionato del mondo, non puoi ritirarti per quel tipo di cose ".

Combattere per un campionato del mondo è esattamente ciò che Verstappen proverà a fare il prossimo anno.

Tag

Contattaci