News

F1:Problemi finanziari per la McLaren,sospesi anche i lavori alla nuova galleria del vento.

di Demasi Ivan

30 Giugno 2020

Dopo aver ricevuto £ 150 milioni in rifinanziamenti dalla Banca nazionale del Bahrain,il Team Principal McLaren Andeas Seidl ha ammesso che il team sta cautalmente pensando come riavviare i progetti con quei soldi,dopo aver subito un duro colpo dalla crisi causata dal coronavirus.

Poco dopo il suo arrivo nella squadra, Seidl fu determinante per ottenere il via libera per una nuova galleria del vento, uno dei tanti progetti infrastrutturali messi in atto per aiutare la squadra a tornare in testa al gruppo.

Tuttavia, la pandemia di coronavirus ha colpito duramente le aziende, con McLaren che ha dovuto anche licenziare alcuni dipendenti. Il team ha anche smesso di lavorare su grandi progetti di capitale come la galleria del vento.

Ma andiamo a sentire le parole di Seidl:
"All'inizio di questa crisi abbiamo dovuto semplicemente mettere in attesa tutti i progetti infrastrutturali a cui stavamo lavorando". “Anche adesso, non sapendo esattamente come sarà il reddito durante quest'anno, siamo ancora cauti lì, e dobbiamo semplicemente aspettare fino a quando non avremo di nuovo il via libera.

"Come puoi immaginare, sto facendo di tutto per mettere in atto queste diverse misure infrastrutturali il più rapidamente possibile. Sappiamo tutti che questo sarà fondamentale nel nostro viaggio di ritorno in prima linea in Formula 1 poiché abbiamo un grande gap rispetto alle migliori squadre. Sono abbastanza ottimista una volta superata questa crisi, torniamo in pista anche con la nostra infrastruttura ".

Seidl ha ammesso che gli ultimi mesi sono stati "difficili" data la situazione finanziaria della McLaren, ma ha dichiarato: "con me e Zak [Brown, CEO] che abbiamo una conoscenza dettagliata di ciò che sta e che stava accadendo, non c'è mai stato alcun dubbio che la McLaren non sarebbe stata sulla griglia dopo anno."

Nonostante lo stress finanziario del team, Seidl ha dichiarato che la McLaren porterà ancora aggiornamenti in Austria e gare in seguito, bilanciando anche la necessità di pianificare per il prossimo anno quando l'auto dovrà essere modificata per consentire il passaggio dal motore Renault a Mercedes.

"Le sfide finanziarie che stavamo affrontando, e anche con le misure che abbiamo adottato abbastanza presto con i tagli alle retribuzioni e i licenziamenti, che era in parallelo con la chiusura dell'azienda, a dire il vero non hanno influenzato realmente la nostra produzione per quest'anno e per il prossimo anno ", ha aggiunto.

“Siamo in linea con il piano che abbiamo definito durante l'inverno. Stiamo programmando di portare regolarmente aggiornamenti dall'Austria in poi sull'auto, e allo stesso tempo siamo pronti a preparare l'auto del prossimo anno con l'argomento principale che è l'integrazione dell'unità di potenza Mercedes. "

commenti sul blog forniti da Disqus