News

F1:Le parole di Mattia Binotto sul coronavirus e sul contratto di Vettel.

di Demasi Ivan

19 Marzo 2020

Mattia Binotto,il team principal della Ferrari in un intervista per la F1,ha parlato del coronavirus e del contratto di Sebastian Vettel...

L'impatto del coronavirus sulla Ferrari.
L'Italia, patria della Ferrari, ha adottato misure drammatiche per tentare di controllare la diffusione del coronavirus in tutto il paese e questo ha naturalmente avuto un impatto sul modo in cui la Ferrari, così come i rivali AlphaTauri, opera. La Scuderia ha messo in atto una serie di misure per proteggere i propri dipendenti, l'ultima delle quali ha comportato l'interruzione della produzione nella loro struttura di F1 lunedì, e Binotto ammette che sta influenzando il loro programma di sviluppo.

“La salute dei nostri dipendenti è importante. È la nostra massima priorità ", afferma Binotto“Siamo riusciti ad andare a Melbourne, anche se non è stato facile essere lì perché abbiamo dovuto cambiare anche il nostro piano sui voli. Ma più di questo è ciò che sta accadendo in Italia, di cui siamo preoccupati. Esprimiamo la nostra solidarietà a tutto il nostro personale qui".
"Ci sono molte restrizioni che sono state applicate per ridurre al minimo i rischi di contagio e ciò sta influenzando la nostra capacità di sviluppo. Ora ovviamente è tutto in sospeso. Prima dell'arresto, abbiamo cercato di ricalibrare i programmi di sviluppo sulla base di varie ipotesi di calendario ma, ovviamente, dobbiamo aspettare l'evoluzione della diffusione del coronavirus nel mondo e i suoi effetti sulla ripresa delle attività.
Vista aerea foto da elicottero dellarea dove sorge la fabbrica Ferrari
“Solo quando avremo un quadro più preciso saremo in grado di capire cosa saremo in grado di portare in pista nel primo Gp della stagione. Dobbiamo capire come si svilupperà la situazione, ma speriamo di poter tornare al più presto possibile, una volta che le condizioni saranno giuste. Da parte nostra, siamo pronti a supportare la F1 e la FIA in questa delicata fase ".
I programmi di sviluppo dei team ora verranno comunque interrotti, a seguito della notizia che la chiusura è stata anticipata dal tradizionale luogo estivo alla primavera, dopo una proposta che Binotto afferma che la Ferrari fece al suo ritorno da Melbourne.
Riunione di scricchiolio per discutere dell'impatto sul 2021.

Il prossimo anno è destinato a inaugurare una nuova era per la F1 con nuovi regolamenti sportivi, tecnici e finanziari - ma data l'attuale situazione relativa al coronavirus, giovedì ci sarà una riunione tra F1, la FIA e le squadre sulla possibilità di posticipare il progetto di un anno.

"Avremo una teleconferenza con tutti gli altri team, F1 e FIA ​​per discutere della situazione e dell'impatto che ha non solo su questa stagione, ma anche su quella successiva", afferma. “Dobbiamo valutare attentamente ogni aspetto e vedere se non è proprio il caso di pensare di posticipare eventualmente l'introduzione delle nuove regole tecniche per il 2021. In ogni caso, la Ferrari è pronta ad assumersi la responsabilità di una scelta che deve essere fatta nel massimo interesse di questo sport, non è certo il momento dell'egoismo e della tattica ".
La Ferrari ancora dietro.
La Ferrari ha dominato i test pre-stagionali del 2019, ma non è riuscita a ripetere quella forma all'inizio della stagione. Questa volta, sembravano dietro la Mercedes e potenzialmente anche la Red Bull, con Binotto desideroso di minimizzare le aspettative. Avendo avuto il tempo di analizzare i dati dai test, crede ancora che saranno dietro i loro due principali concorrenti, soprattutto perché non hanno aggiornamenti, quando la stagione alla fine inizia, ma insiste sul fatto che vogliono concentrarsi sul miglioramento di alcune delle loro debolezze da l'anno scorso, come inaffidabilità, disarmonia del pilota ed errori della squadra.

"Le auto che abbiamo portato a Melbourne sono quelle che hanno terminato i test, quindi non ci aspettiamo aggiornamenti che cambieranno la nostra competitività relativa rispetto a loro", ha detto.

"Abbiamo analizzato i dati,e non credo che ci sia qualcosa di sbagliato in termini di correlazione. Questa è la vera prestazione della macchina.

"Siamo stati molto più veloci nelle curve rispetto allo scorso anno", ha detto. "Quindi la macchina sta facendo quello che ci aspettiamo, essendo più veloce in curva, ma siamo più lenti sui rettilinei. Penso che crediamo che avere più carico aerodinamico dovrebbe aiutarci non solo in un singolo giro ma anche in gara, come nella gestione e nell'usura degli pneumatici. Se penso alle simulazioni di gara che abbiamo fatto, rispetto alle prestazioni dei singoli giri, siamo stati più forti sui tempi più lunghi. Questo è il vantaggio di una maggiore deportanza ".

Futuro di Vettel.
Al lancio della nuova stagione della Ferrari, Binotto ha rivelato che avrebbe lasciato correre Leclerc e Sebastian Vettel quest'anno, nonostante i punti critici della scorsa stagione che sono trasformati in autoscontri in Brasile, costringendo entrambi a ritirarsi.Tuttavia, Binotto ammette che useranno comunque gli ordini di squadra se è nell'interesse della Ferrari.

"Quello che è successo l'anno scorso è stato importante per entrambi".L'interesse della squadra è la massima priorità e il campionato dei costruttori è un elemento chiave. Sono liberi di correre, ma ciò non significa che non possiamo ancora applicare gli ordini di scuderia nell'interesse della squadra. Ma se il team sta andando bene, i piloti ne traggono vantaggio.

“Sono due ragazzi intelligenti,si stanno conoscendo meglio. Quello che è successo l'anno scorso, non solo in Brasile, ma anche in Russia quando abbiamo cercato di gestire gli ordini delle squadre. Queste situazioni ci hanno dato l'opportunità di discutere e quando si discute in modo trasparente, ci si conosce meglio. Penso che abbiamo creato maggiore fiducia tra noi come squadra, tra i piloti, e ciò sarà utile nel 2020. "

L'evoluzione di tale relazione sarà un fattore chiave nel futuro di Vettel. Il quattro volte campione del mondo è arrivato alla Ferrari nel 2015 con il compito di riportare il campionato del mondo a Maranello. Finora non è riuscito a farlo. L'anno scorso, è arrivato dietro Leclerc, con Binotto che diceva che Vettel era sorpreso dalle prestazioni del monegasco- e ora sta lottando per il suo futuro.

Lewis Hamilton è stato collegato con il team, ma è Vettel che è la prima scelta della Ferrari per il secondo posto, con Leclerc siglato un accordo a lungo termine. Durante la nostra conversazione, Binotto ha rivelato di aver iniziato a parlare di un rinnovamento e sembra che non dovremmo aspettare troppo a lungo per un risultato finale. "Abbiamo iniziato a discutere di un nuovo accordo", ha detto. "È importante che lo affrontiamo molto presto. Non è qualcosa che lasceremo fino alla fine della stagione. È importante per lui e per noi stessi ottenere chiarezza il prima possibile. Sono in corso discussioni e, si spera, presto.

"È in ottima forma. Penso che sia concentrato. Sa che deve fare bene. È un momento chiave della sua carriera, perché qualsiasi cosa possa fare all'inizio della stagione sarà importante per il suo rinnovamento. È nelle sue mani. Quindi penso che sia molto motivato. L'anno scorso è stato importante per lui. L'esibizione di Charles lo colse di sorpresa. Non è più il caso, sa dove si trova il punto di riferimento e sa cosa deve fare, quindi penso che si sia preparato molto bene durante l'inverno. Ha trascorso l'anno scorso cercando di capire cosa è andato storto e assicurandosi di fare meglio quest'anno. ”

Vettel ha lottato per mettersi a proprio agio con la Ferrari dell'anno scorso, ma Binotto ritiene che la monoposto di quest'anno - la SF1000 - dovrebbe essere più adatta a lui.

"Penso di sì [dovrebbe essere più adatta a Vettel], almeno dalle prime indicazioni di Barcellona", dice. "Detto questo, una delle migliori abilità dei grandi piloti è quella di potersi adattare all'auto che hai a disposizione e per ottenere il massimo da esso. Da parte nostra, dobbiamo cercare di aiutarli a raggiungere questo obiettivo, cosa che facciamo con entrambi i piloti. "
Queste sono le parole di Mattia Binotto.Ancora non siamo a conoscenza di quando inizierà il mondiale,ma speriamo che questo pericolo finisca presto,per vedere il prima possibile le monoposto in pista.

Tag

commenti sul blog forniti da Disqus