News

Binotto(Ferrari):"Non avremmo corso in Australia in qualunque caso".

di Demasi Ivan

28 Marzo 2020

La stagione della Formula 1 è attualmente ferma a causa della pandemia coronavirus. Dopo il rinvio del GP di Baku, la prima gara al momento in programma è il GP del Canada, previsto a Montreal il 14 giugno. 


Tutti i protagonisti rimangono a casa, come Mattia Binotto, nel rispetto delle norme: “In questa situazione dobbiamo essere responsabili e non uscire”, spiega il team principal della Ferrari, ospite via Skype a SkySport. “Sono giornate diverse dall’ufficio, iniziano comunque alle 8 del mattino, lavoro al computer, ma almeno pranzo e cena in famiglia, una bella cosa”.


Australia:“La notte prima del GP d’Australia è stata caratterizzata da tante discussioni, la nostra decisione era di non partecipare: la Ferrari non avrebbe corso in qualunque caso. La salute è al primo posto. Quando la notizia di non correre a Melbourne è diventata ufficiale, ci siamo organizzati per tornare a casa il prima possibile”.


Calendario: “Ci sentiamo con gli altri team principal e con la Fia, sono momenti decisivi – sottolinea Binotto –. Il tema del calendario è cruciale, per lo sport, per lo spettacolo, ma anche per i team, per gli organizzatori. Abbiamo deciso di dare totale libertà alla Fia di mettere in piedi appena possibile un calendario per tornare a correre, la disponibilità da parte nostra c’è. Valutiamo diverse ipotesi: disputare dei Gran Premi ravvicinati, si può anche pensare di fare due-tre gare a gennaio, consideriamo anche l’ipotesi di cancellare le prove libere. Per quanto riguarda il regolamento, bisogna capire se sarà congelato”.

AN7T6429_2019103183741367jpg I piloti:La tradizionale routine di lavoro in casa Ferrari è stata stravolta dall’emergenza Covid-19, come racconta Binotto: “La nostra scuderia sta vivendo una situazione particolare, dopo l’Australia abbiamo chiuso la fabbrica, siamo in un periodo di shutdown (chiusura aziendale, ndr), lavoriamo soltanto in smart working tramite il computer. I piloti li sento quasi quotidianamente, parliamo al telefono e ci vediamo tramite videochiamate, Vettel e Leclerc si tengono in forma a casa, si allenano costantemente”.

Tag

commenti sul blog forniti da Disqus