Formula 1

F1:Ecco i record distrutti nel 2019.

di Demasi Ivan

18 Dicembre 2019

Una stagione ricca di gare spettacolari ci ha regalato alcuni record, tra cui il podio più giovane di sempre e la fine di una siccità sul podio di 101 gare. Ecco 10 record che sono stati infranti nel 2019.

1. La maggior parte dei punti in un campionato e il divario più lungo tra i titoli.

Lewis Hamilton ha segnato 413 punti in questa stagione - cinque in più rispetto al 2018 quando si è assicurato il suo quinto campionato. E' stato aiutato dai punti per il giro più veloce, una regola introdotta per la stagione 2019, ma questo è ancora il conteggio più alto di sempre di Hamilton e il più grande raggio mai registrato da un pilota, sottolineando la coerenza e il dominio del sei volte campione. Lewis ha anche battuto il record per il divario più lungo tra il primo e l'ultimo campionato. Michael Schumacher è andato 10 anni tra il suo primo e il suo settimo, ce ne sono 11 tra il primo di Lewis nel 2008 e il suo ultimo trionfo.

2. Totale doppiette in prima fila.

Ferrari e Mercedes hanno duellato per tutta la stagione per questo, ma con 65 volte in prima fila, la Ferrari ora detiene il record assoluto di uno solo. Gran parte di questo era dovuto alla loro impressionante forma di qualificazione dopo la pausa estiva, e il loro sabato in Giappone che li precedeva davanti alle Silver Arrows. Dietro Mercedes nell'elenco di tutti i tempi ci sono McLaren e Williams, che hanno 62 prima fila ciascuno. Aspettatevi questa battaglia di continuare nel 2020, quando il record potrebbe passare di mano un numero di volte.

3. La maggior parte dei punti senza diventare campione del mondo.

Ora ha collezionato 1.289 punti nel corso della sua carriera - il settimo conteggio più alto di sempre - ma Valtteri Bottas non si è mai assicurato un campionato.

4. Il più giovane vincitore di una gara per la Ferrari.

Jacky Ickx ha detenuto questo record per oltre 50 anni prima che Charles Leclerc si assicurasse la sua prima vittoria in F1 in Belgio in questa stagione per la Ferrari, e divenne il loro più giovane vincitore all'età di 21 anni, 10 mesi e 16 giorni. Ickx lo fece in Francia, nel 1968, all'età di 23 anni, sei mesi e sei giorni ...
Formula One World Championship


5. Podio più giovane.

Il Gran Premio del Brasile del 2019 non ha avuto carenza di drammi, con Carlos Sainz che ha conquistato un podio post gara dietro a Pierre Gasly e al vincitore Max Verstappen. La loro età media era di soli 23 anni, otto mesi e 23 giorni, più giovane del precedente record, che era stato stabilito da Robert Kubica, Heikki Kovalainen e Sebastian Vettel al Gran Premio d'Italia 2008.
Podium image Youngestjpg


6. La maggior parte delle gare senza pole position.

Sergio Perez ora detiene questo titolo, avendo 176 GP ma senza pole position. Prima del 2019, era Johnny Herbert a detenere il record avendo iniziato 160 gare senza una pole position a suo nome.

7. La maggior parte dei Gran Premi da leader.

Il sette volte campione del mondo Michael Schumacher ha guidato 142 gare durante la sua carriera - un record che è rimasto fino a quando Lewis Hamilton non l'ha rotto quest'anno. Ora è diretto a 148 GP, che è 43 in più di Sebastian Vettel, che è terzo nella lista di tutti i piloti.

8. La maggior parte delle gare prima del podio.

Carlos Sainz ha atteso 101 gare prima del podio per il Gran Premio del Brasile del 2019, che ha ottenuto dopo la penalità post-gara di Lewis Hamilton per aver fatto girare Alex Albon dalla contesa. Sainz ha dovuto aspettare fino a che gli Steward non avessero espresso il loro verdetto, celebrando da soli sul podio - ma non ha tolto nulla al trionfo del pilota della McLaren. Prima di Sainz, fu Martin Brundle ad aspettare 91 gare per ottenere il suo primo podio, nel GP di Francia del 1992.
1188274055


9. Il tempo più lungo al ritorno in zona punti.

Questa stagione ha portato il tanto atteso ritorno di Robert Kubica, che ha segnato un punto per Williams nel caotico Grand Prix tedesco del 2019. Prima di allora, era il Gran Premio di Abu Dhabi del 2010 quando ha segnato il suo ultimo punto, rendendolo un'incredibile attesa di 3.178 giorni .
XPB_1013967_HiResjpg


10. Pit stop più veloce.

In soli 1,82 secondi a Interlagos, Red Bull è riuscita a cambiare tutte e quattro le gomme sulla RB15 di Max Verstappen, rendendolo il pit stop più veloce di sempre. Ciò ha battuto il loro precedente record di 1,88, stabilito durante il Gran Premio di Germania del 2019, e non sorprende che siano stati gli eventuali vincitori del DHL Fastest Pit Stop Award 2019.
Contattaci