News

Binotto(Ferrari):"I nostri rivali sono più veloci di noi al momento."

di Demasi Ivan

21 Febbraio 2020

Non è stato un buon inizio per la Ferrari, le rosse sembrano in difficolta rispetto ai rivali Mercedes e Red Bull, e infatti il team principal Ferrari Mattia Binotto, ammette che non è "così ottimista" come lo era in questo periodo l'anno scorso.

La Ferrari è stata la più favorita dopo i test di apertura pre-stagione nel 2019, prima però che Mercedes tornasse nel Test 2 con una macchina fortemente aggiornata,che gli ha fatto vincere le prime otto gare. Questa volta, la Ferrari è stata molto discreta,non si stanno preoccupando dei tempi e del tempo perso, durante la mattinata di oggi quando Sebastian Vettel si è fermato in pista per un problema al motore.

Binotto ha ammesso che parte del motivo della loro lentezza,è che hanno cambiato l'approccio ai test.

"All'inizio abbiamo cambiato l'approccio ai test e al programma, quindi abbiamo concentrato la prima sessione di questi tre giorni per cercare di mappare l'auto con varie configurazioni aerodinamiche senza davvero cercare di ottimizzare il setup e cercare prestazioni complessive", ha detto.

Tuttavia, ha ammesso che sono dietro i loro rivali in questa fase dei test pre-stagione, con solo un test di tre giorni ancora da fare la settimana prossima prima che le squadre si dirigessero in Australia per il primo round di stagione.

"Non sono ottimista come l'anno scorso", ha detto. "Alcuni dei nostri rivali sono più veloci di noi al momento, credo. Quanto più veloce è davvero difficile da giudicare e nei prossimi giorni esaminerò tutti i dati, ma al momento non credo che siamo più veloci di loro.

Ferrari SF1000
Sebastian Vettel: "C'è molto lavoro davanti a noi"
“Abbiamo dei dubbi? Certamente sì, quando non sei veloce come vorresti essere. Ma penso che sia troppo presto per definirlo e capirlo. Questi tre giorni sono stati davvero importanti per noi, perché almeno abbiamo raccolto tutti i dati e abbiamo un'immagine chiara e una migliore comprensione.

“Ciò che sarà ancora più importante è capire che stiamo sviluppando la macchina nella giusta direzione, ma è una stagione molto lunga con 22 gare potenzialmente, quindi penso che alla fine ci sarà tempo per riprenderci. Aspettiamo la prossima settimana e l'Australia fino a quando non valuteremo correttamente le vere prestazioni di tutti ".
GettyImages-1207215904jpg  

Tag

commenti sul blog forniti da Disqus