Formula 1

PILOTI - Daniil KVYAT (Toro Rosso), Lance STROLL (Racing Point), Kimi RÄIKKÖNEN (Alfa Romeo), Valtteri BOTTAS (Mercedes), Kevin MAGNUSSEN (Haas)

CONFERENZA STAMPA

D: Dany, se potessimo iniziare con te, per favore. Gara di casa, raccontaci dell'accumulo, quanto sei stato impegnato?
Daniil KVYAT: Beh, sì, non troppo occupato. È una gara back-to-back con Singapore, quindi un giorno siamo arrivati ​​a Mosca per un po ', ho fatto una piccola pausa e poi qui mercoledì. Ieri sera abbiamo tenuto un po 'di un evento, sai, le solite cose al Gran Premio di casa e sì, oggi un po' più affollato del solito, ma è sempre un piacere per il tuo Gran Premio di casa, quindi va bene.

D: Parlaci dell'accoglienza che hai ricevuto dai fan quando sei arrivato qui a Sochi?
DK: Beh, non ho ancora visto troppi fan, ma vedremo stasera durante la sessione di autografi. Sì, stavo facendo la passeggiata in pista e alcune persone erano decisamente entusiaste. Penso che le persone adorino la Formula 1 qui ed è abbastanza bello da vedere per me. Spero di vedere molte persone nelle tribune di domenica e sabato, significherebbe molto per me. Significherebbe anche che lo sport automobilistico in Russia sta crescendo molto e ovviamente sono felice di contribuire.

D: Ora, dopo il Gran Premio di Singapore, hai detto che hai lottato con la macchina. Quali sono stati i problemi e quanto sei sicuro di poter tornare qui questo fine settimana?
DK: È stato un gran premio specifico. Voglio dire, non direi davvero che ho lottato con la macchina. Ho saltato la FP3, e poi in quali, andando dritto in Q1, forse non ho fatto il giro migliore perché non avevo molti riferimenti e una volta iniziato da lì è più difficile su un circuito cittadino. E poi la gara, sì, è stata un po 'disordinata. Alcune mosse ... Mi stavo bloccando un po 'dietro le persone quando avevo le gomme più fresche. Quest'anno di solito è stato buono per me e poi a Singapore forse non è stato così bello. I miei specchi erano nebbiosi, quindi non potevo davvero combattere con le persone correttamente. La gara è stata semplicemente difficile a dire il vero. Abbiamo avuto contatti con Kimi, ma a quel punto la mia gara non era già molto bella. Ma ero ancora in lizza per forse un punto, ma sì, è stata una gara difficile. A volte accadono ea volte sono necessari.
D: Grazie e buona fortuna questo fine settimana. Lance, un grande pacchetto di aggiornamento per Racing Point a Singapore, quanto è stato efficace?
Lance STROLL: Sì, sono ancora i primi giorni. Penso che sulla carta sembravano abbastanza positivi, siamo stati abbastanza competitivi durante il fine settimana. Le qualifiche sono state una lotta da parte mia, con lacune e cose nel primo trimestre. Quindi sabato abbiamo avuto una brutta qualifica, ma poi in gara il ritmo sembrava migliore. Sì, è stato solo un fine settimana disordinato per entrambe le vetture. Sergio ha avuto un problema tecnico in gara e abbiamo dovuto fermarlo. Stavo bene fino a quando ho tagliato il muro nel mio secondo periodo e mi sono forato. È stato un fine settimana disordinato ma penso che ci sia ancora molto da fare. I primi segnali sono positivi con l'aggiornamento, le cose sembrano buone, ma si tratta di sbloccarlo al massimo delle sue potenzialità.

D: Dici che i primi segnali sono buoni, ma dov'è l'auto migliore con questo aggiornamento?
LS: È solo una presa generale. L'impugnatura posteriore è molto migliore, la stabilità è migliore e ora si tratta solo di ottenere il giusto equilibrio con questo nuovo aggiornamento e che a volte richiede un fine settimana e Singapore è un circuito unico, è unico nel suo genere, quindi non vedo l'ora fine settimana e prossimi eventi.

D: Ora, quest'anno sei stato coinvolto in alcune grandi battaglie in pista. Tremendo ultimo giro a Singapore con Grosjean, Sainz e Ricciardo. Quanto ti piacciono quelle battaglie?
LS: Sì, è sempre divertente. Purtroppo in quella fase della gara non eravamo in grado di segnare punti. È sempre divertente però. Le gare da ruota a ruota sono sempre buone e quest'anno a centrocampo è così serrato. Abbiamo assistito a molti combattimenti e gare ravvicinate a centrocampo, quindi sono sicuro che è molto eccitante per i fan. Ma sfortunatamente la nostra gara è stata fatta in quel momento. È stato davvero fatto dopo che ho tagliato il muro e ho avuto quella puntura. È stato emozionante e sono sicuro che è stato divertente guardare dall'esterno.

D: Kevin, hai un ottimo record qui - qualificato quinto l'anno scorso e molti punti finiscono su questa pista. Puoi parlarci della pista: com'è guidare e cosa ti serve dalla tua auto per essere veloce?
Kevin MAGNUSSEN: Direi che è un po 'una specie di traccia specifica - molte curve a media velocità, come 90 gradi. Hai bisogno di un buon front end forte qui, ma come sempre hai bisogno anche di una buona trazione, quindi non è che hai bisogno di una macchina molto diversa dal solito ma è, credo, una pista abbastanza buona. È decente da guidare e offre buone opportunità di corsa e sorpasso. Mi piace abbastanza.

D: Per quanto riguarda le prestazioni dell'auto: stai iniziando a fare progressi ora e capisci l'auto adesso?
KM: Penso che sia un processo piuttosto in corso. È molto più importante capire cosa è andato storto con questa macchina piuttosto che cercare di trovare soluzioni rapide. Quest'anno non è affatto perso, ma è meglio concentrarsi sul prossimo anno e cercare di prepararsi il più possibile e avere la massima fiducia nelle correlazioni e cose del genere per produrre un prodotto migliore per il prossimo anno, piuttosto che in un modo disperato, per cercare di riparare l'auto di quest'anno, perché sarà un po 'difficile. Quindi l'attenzione si concentra maggiormente su diversi esperimenti con pacchetti diversi per cercare di saperne di più su correlazioni e sensibilità e cose del genere. È un po 'frustrante perché ovviamente tutti preferiremmo essere il massimo, cercando di ottenere il meglio che possiamo, cosa che ovviamente siamo, ma allo stesso tempo stiamo spendendo molta energia in esperimenti.

D: Qui menzioni il pacchetto di parole. Quale pacchetto guiderai questo fine settimana?
KM: quello nuovo. Fa ancora parte di tutto questo processo di apprendimento, quindi penso che Romain rimarrà su quello vecchio, con alcune delle nuove parti. Siamo andati su un po 'di un'auto ibrida per cercare di rendere possibile lo scambio e lo scambio tra parti diverse e sperimentare il più possibile e ottenere il maggior apprendimento possibile. Quella parte sta andando bene e stiamo facendo progressi in termini di comprensione, ma non vediamo questa comprensione in termini di tempo sul giro. È difficile mostrare in termini di tempo sul giro quali progressi stiamo facendo.

Q: Kimi, corsa frustrante per te a Singapore, qui troverai diversi tipi di pista stradale, con rettilinei più lunghi. Quanto sei sicuro di avere un fine settimana migliore?
Kimi RÄIKKÖNEN: Non lo so mai, ma penso che dovrebbe essere migliore per noi - speriamo lo sia. Penso che Singapore, alcuni punti, mi sia sembrato abbastanza OK, principalmente no, ma penso che forse la nostra macchina non sia la migliore per i dossi e le cose di cui hai bisogno per Singapore ma sì, vediamo come viene - ma mi aspetterei di essere un po 'meglio qui.

... meglio a causa della superficie liscia della pista o meglio a causa della centralina Ferrari? Perché pensi che sarà meglio?
KR: Basta tracciare il layout e come è la superficie e tutto. Potrei sbagliarmi, ma speriamo di no. Speriamo di avere un weekend un po 'più agevole, e un po' più di velocità.
Q: Ora Kimi, questa è una specie di gara di riferimento per te. È il numero di gara 307, che ti porta al terzo posto assoluto nell'elenco più esperto. Stai superando Schumacher e Jenson Button questo fine settimana. Quando hai iniziato nel 2001, hai mai immaginato di essere in giro così a lungo?
KR: Sicuramente no. Penso che desiderassi fermarmi molto prima. In un certo senso l'ho già fermato ma no, sicuramente no. Non credo di aver avuto idee per quanto tempo. Speriamo almeno uno o due anni. Le cose sono andate un po 'diversamente, ma prima non avevo un piano, ancora no. Cercheremo di fare cose buone e finché ci divertiremo, ovviamente continueremo a correre e vedremo cosa succede.

D: Data la natura competitiva di questo sport, sei molto orgoglioso della tua longevità?
KR: Non proprio. Voglio dire, per me, fintanto che mi sento di poter guidare dove mi aspetto di essere, e posso fare le cose come io, nella mia testa, sento che dovrei, quindi sono felice di andare avanti, inoltre, purché la corsa sia la parte più grande di tutte le altre sciocchezze. Non credo davvero "Oh, ho fatto così tante gare ed è una grande cosa". Per me, i risultati sono molto più importanti di un altro fatto. Forse il giorno in cui ti fermi, e dopo un po 'quando guardi indietro, significa qualcosa. Ma adesso no.

Q: Valtteri, hai un ottimo disco qui. Prima vittoria, 2017, pole lo scorso anno, con un bell'aspetto per la vittoria fino a quando non è successo. Perché sei così veloce qui - e quanta fiducia ti dà il tuo record per entrare nel fine settimana.
Valtteri BOTTAS: Sicuramente ti dà la sicurezza di entrare in un fine settimana quando sai che in precedenza è stata una delle buone piste per te, quindi è ovviamente un modo migliore per iniziare il fine settimana, ma sempre, in ogni caso, inizi da zero. Ogni stagione, ogni traccia cambia un po ', ogni macchina è sempre diversa ogni anno, quindi la configurazione, tutto è diverso, quindi stai iniziando da zero - ma di sicuro, abbiamo una buona mentalità venendo qui, sapendo che è stata buona nel passato. Non lo so, sin dal primo anno che sono venuto qui ho trovato un buon flusso in pista e non ho avuto molte curve problematiche o altro, quindi sono stato al passo. Ovviamente, ci sono sempre cose che posso fare meglio quest'anno rispetto all'anno scorso e quello sarà l'obiettivo.
D: Dici che verrai qui con una buona mentalità, ma ci sono state - dimmi se sbaglio - frustrazioni dopo che mi è stato detto dal team di tenere effettivamente la stazione a Singapore lo scorso fine settimana in gara. Cosa è stato detto da allora?
VB: Beh, prima di tutto, è stato lo scorso fine settimana. Non ci sto più pensando a questo fine settimana. Ma se vuoi parlarne non posso entrare nei dettagli. Ovviamente rivediamo sempre tutto con i minimi dettagli con il team, e sono stato in fabbrica martedì. Abbiamo avuto incontri a riguardo e che terremo per noi. Qualunque cosa ne abbiamo parlato. Abbiamo determinate regole, in entrambi i modi, sono uguali. È così ma devo solo assicurarmi di non trovarmi di nuovo in quel tipo di situazione.

DOMANDE DELLA PLATEA

Q: Daniil, da Spa hai un nuovo compagno di squadra. Vivi la stessa cosa che ha vissuto, retrocesso da Red Bull a Toro Rosso. Quanto tempo hai impiegato per tornare alla competitività e come hai lavorato su quella cosa speciale?
DK: Penso che sia difficile confrontare - sai che ognuno ha le proprie situazioni di vita e il proprio approccio alle cose, quindi per me è molto difficile confrontare. Per me, ho già girato la pagina. Ci sono passato, non ho più problemi con quello. Così, sono anche riuscito a uscire e tornare di nuovo alla Red Bull, quindi non ho problemi al riguardo e da parte mia, mi concentro ora su quest'anno e sul futuro. Quindi per me ora è un capitolo chiuso.

Q:  Valtteri, ora che Max e Charles si stanno avvicinando a te, ora sono 31 punti dietro di te, in che misura li vedi come minacce per il secondo posto?
VB: Sicuramente la Ferrari sta migliorando molto e la Red Bull è molto vicina ogni fine settimana, a seconda del layout della pista. Quindi, ci sono ancora molti punti da accumulare per il resto dell'anno, quindi sicuramente devo continuare ad esibirmi e dobbiamo esibirci in squadra per ottenere quei punti più grandi. Sto ancora mirando e focalizzando molto avanti. Concentrati sugli obiettivi brevi della squadra: il prossimo è questo fine settimana, prova a vincere la gara. Quindi, alla fine dell'anno, vedremo se c'è ancora una minaccia o cosa sta succedendo. Non ci sto davvero pensando troppo. Sto pensando alla mia prestazione e alla nostra prestazione in squadra.
D: L'anno prossimo il calendario delle corse si sta espandendo e entro il 2021 prevedono altre gare. Cosa ne pensi di questa tendenza e questo aumenterà il valore di questo sport?
KM: Penso che sia una domanda difficile per me. Ovviamente il problema più grande è probabilmente la squadra, i meccanici; tutti quei ragazzi stanno già lavorando molto duramente, quindi sarebbe piuttosto difficile per molte persone nel team e non so se renderà, ogni gara, meno preziosa in termini di spettatori e tutto quel tipo di cose. Probabilmente puoi capire perché lo farebbe ma non è un settore in cui sono un esperto, quindi non lo so davvero.
VB: Penso che se sarà solo un altro l'anno prossimo, non è poi così male. Ovviamente è, come ha detto Kevin, un duro lavoro per molti membri del team, facendo così tanto lavoro tra le gare. Ci sarà un limite, certo, ad un certo punto, ma non so in dettaglio dopo quante gare sarebbero arrivate, ma penso che potremo ancora fare un'altra, ma vedremo. Finora va bene.
DK: Sì, non ho molto da dire. Sono d'accordo con questi ragazzi, è vero. Non è stato male quando erano 18 le gare, ma vediamo come va quando il campionato passa a più gare. Di sicuro apparentemente dovremo trovare il limite toccandolo.
KR: Nessun commento.

D: Accolgi personalmente più gare? Comprendiamo le pressioni sulla squadra, ma da un punto di vista di guida ti dà il benvenuto di più?
KR: Non lo so. Dipende davvero da dove andiamo. Se avessimo corso in Europa, non mi dispiacerebbe, ma è ovviamente molto più facile per tutti. È bello correre su nuove piste, sperando che siano buone per le corse ma vedremo. Di solito è un'abitudine continuare a cambiare razza e alcuni vanno e altri vanno. Non lo sappiamo mai finché non ci arriviamo.
LS: Sì, più di 22 gare sono probabilmente molte, è molto per tutto il team, ma da quello che capisco è bilanciato con alcuni giorni di test. È più bello correre che provare.
D:Daniil, secondo il Daily Mail, il presidente russo Vladimir Putin sostiene un piano per la gara di F1 di trasferirsi da Sochi a San Pietroburgo. Cosa ne pensi di questo?
DK: Sì, penso che fino a quando ci sarà una corsa in Russia, ci sarò. Forse non è una cattiva idea averlo vicino a quella regione, anche dove è più accessibile alla gente di Mosca, di San Pietroburgo, forse porterà più spettatori che è bello, e forse anche dall'Europa, dalla Finlandia, andiamo diciamo, è uno sport molto popolare lì, sarà bello. Perchè no? Non è una cattiva idea. Qui è molto bello ma chissà se potrebbe essere ancora meglio? Perchè no?

D: I fan vengono dalla Finlandia, forse un commento da uno di voi, Valtteri?
VB: Sì, certo, forse potremmo averne un po 'di più. Ovviamente anche un Gran Premio di Finlandia sarebbe bello, ma forse ci sarebbero stati più finlandesi lì.

Q: Kimi, che ne dici di una gara a San Pietroburgo dal tuo punto di vista?
KR: Andiamo dove è la gara. Immagino che ci siano finlandesi, credo che ci siano finlandesi che guardano qui, ne sono sicuro. È molto più facile, sicuramente.
D:Al Grand Prix di Singapore, Lewis Hamilton e Sebastian Vettel hanno affermato che le griglie inverse non sono una buona idea per la Formula 1. Allora, cosa ne pensate ragazzi?
LS: Penso che sarebbe un peccato vedere scomparire il formato attuale. È molto eccitante, i fan lo adorano, specialmente la Formula 1 di oggi. Secondo me, una breve gara di 25 giri sarebbe davvero noiosa. Le gare di Formula 1 di oggi dipendono dalla strategia che una gara da 25 giri non offrirebbe davvero, quindi penso che sarebbe solo un treno dall'inizio alla fine e che toglierebbe un po 'di entusiasmo allo sport.
KR: Penso che dipenda da come lo farebbero, ovviamente, ma probabilmente le qualifiche possono essere più eccitanti di una gara breve. Chissà?

D: Ti piace l'attuale formato di qualificazione?
KR: Sì. Ma se cambiassi, tornerei dove era quando ho iniziato: un'ora di tempo e penso che ci fossero tre set di pneumatici e 12 giri, fallo quando vuoi quelli. Nel corso degli anni, ci sono stati molti modi diversi per farlo. Onestamente non so se ha davvero cambiato le voci molto, quindi ...
DK: Sì, sembra proprio una breve soluzione a un problema più grande, che è solo che dobbiamo cercare di avvicinare tutte le squadre dal punto di vista della competizione. C'è ancora un grande divario tra le prime tre squadre e il resto del campo e se potessimo avere cinque o sei squadre in competizione per il podio e una vittoria, penso che sarebbe anche una gara molto più emozionante. Ora, quest'anno, ci sono state molte gare entusiasmanti ovviamente, ma penso ancora che sia il problema principale e se si tratta di una soluzione a breve termine, queste gare, quindi sia così, dovremo farlo ovviamente ma penso che il più grande l'immagine deve essere ordinata, più di così.
VB: Non sono un grande fan, io, personalmente, riguardo l'idea della griglia inversa. Penso che sarebbe un vero peccato perdere le qualifiche adeguate. Penso che tutti i piloti si divertano davvero a spingere la macchina al limite per quel giro in qualifica. Lo trovo davvero divertente, quindi sarebbe un peccato.
KM: Sì, sono d'accordo. Come ha detto Dany, dobbiamo cercare di risolvere il problema organicamente avvicinando la competizione e penso anche che la qualificazione sia un evento fantastico, quindi penso che sia una cattiva idea.
Contattaci