Formula 1

Il Circuito delle Americhe è il cortile di Lewis Hamilton, il campione del mondo che ha trionfato quattro volte negli ultimi cinque anni qui. Quest'anno, ha solo bisogno di un ottavo posto per assicurarsi un titolo mondiale storico e sembra in buona forma per raggiungere l'impresa dopo aver visto i tempi delle prove del venerdì. Diamo un'occhiata ai dati.

Il Circuito delle Americhe di Austin, indicato dalla maggior parte come COTA, è uno dei circuiti più drammatici del calendario. Salite fino alla cima della ripida curva 1 e sarete accolti con una vista sensazionale e una vista da box-box di un primo settore che presenta rapidi cambi di direzione ad alta velocità, simile a quello del complesso Maggotts-Becketts-Chapel di Silverstone.

Nel corso degli anni, i dossi sono diventati una caratteristica del circuito, con la superficie irregolare che ha causato ai piloti qualche mal di testa durante le due sessioni di prove del venerdì.

Getta su una superficie a bassa aderenza, in condizioni insolitamente fredde, oltre al fatto che molti piloti hanno superato i limiti di pista alla curva 19 e, di conseguenza, il loro tempo è stato cancellato.

Miglior giro singolo


1 Mercedes (Lewis Hamilton) 1m33.232s
2 Ferrari (Charles Leclerc) 1m33.533s + 0.301s
3 Red Bull (Max Verstappen) 1m33.547s + 0.315s
4 Toro Rosso (Pierre Gasly) 1m34.509s + 1.277s
5 McLaren (Carlos Sainz) 1m34.667s + 1.435s
6 Racing Point (Lance Stroll) 1m34.744s + 1.512s
7 Alfa Romeo (Antonio Giovinazzi) 1m34.839s + 1.607s
8 Renault (Daniel Ricciardo) 1m34.924s + 1.692s
9 Haas (Kevin Magnussen) 1m35.442s + 2.210s
10 Williams (George Russell) 1m36.749s + 3.517s

Per quanto riguarda i tempi complessivi, è stato Hamilton a brillare, il cinque volte campione del mondo ha avuto 3 decimi di vantaggio su Leclerc e 8 decimi sul suo compagno di squadra.La W10 è stata la suprema nelle curve a bassa e media velocità, ma la Ferrari ha perso, sorprendentemente dato il vantaggio della sua P.U, nelle curve ad alta velocità.image 25jpg

Ma in realtà, il vantaggio di Hamilton era minore poiché il pilota Mercedes beneficiava della scia della Williams di Robert Kubica. È per questo che Red Bull e Max Verstappen si sono sentiti piuttosto chiacchieroni venerdì, nonostante il deficit di 0,3 secondi. "Il divario è probabilmente un po 'più piccolo di quanto sembri", ha detto l'olandese. "Il ritmo della macchina nei brevi rettilinei sembra piuttosto buono." La Red Bull è stata tradizionalmente molto buona con le sue gomme, quindi se riescono a fare proprio questo ad Austin su una pista molto dura con la gomma, ci sono ottime possibilità.

Anche la Ferrari è sicuramente in lotta, le frecce rosse sono una frazione più veloce delle Red Bull e quindi sono molto vicini con il ritmo delle auto d'argento, meno il vantaggio che Hamilton ha ottenuto dalla scia, nella lotta per la pole. Tutto sommato, quindi, i dati suggeriscono che è incredibilmente vicino nella lotta per la pole tra i tre grandi team: Mercedes, Ferrari e Red Bull. Ma che dire degli altri?

Con la carota di un primo posto al quinto posto nel campionato costruttori che penzola in modo allettante, il team Toro Rosso con motore Honda ha davvero alzato l'asticella  - e ad Austin, sono emersi come i migliori dietro ai top tre team. Come sempre, il centrocampo sembra incredibilmente stretto con 0,4 che separano Toro Rosso, McLaren, Racing Point, Alfa Romeo e Renault.

Passo Gara

Per gran parte della stagione, la Mercedes ha consegnato le cifre del ritmo di gara più forti il venerdì - e in generale lo ha portato in gara. L'ultima volta è stato il contrario in Messico.

Ma ad Austin si è tornata alla normalità , con Mercedes che ha fatto una serie di long run su tutte e tre le gomme possibili ed emersa in cima alla classifica. Il capo tecnico James Allison ha dichiarato che la squadra è stata "abbastanza incoraggiata" dal ritmo della macchina. Ha aggiunto: "Lewis, in particolare, ha avuto un forte pomeriggio a bassa e alta benzina".

La Ferrari ha anche provato tutte le mescole possibili, ma sono finite di circa 0,3 secondi / giro più lente della Mercedes, ma 0,2 secondi / giro di distanza dalla Red Bull. Sebastian Vettel, che è stato superato dal compagno di squadra Charles Leclerc, ha ammesso che la Ferrari ha "un po 'di lavoro da fare" nel passo gara. Ma ha detto di essere "abbastanza fiducioso" che la squadra possa migliorare la macchina durante la notte.
image 26jpg
La Racing Point è finita davanti al resto del gruppo, ma è stato un duro colpo quando Sergio Perez ha ricevuto una partenza da pit lane per non essere riuscito a far pesare la sua auto nella seconda prova.

Solo 0,2 secondi / giro hanno separato le macchine rosa con McLaren, Renault, Toro Rosso e Alfa Romeo, il che significa che sarà una battaglia intensa per le posizioni finali che pagheranno punti domenica.

Il ritmo di gara di Haas rende la lettura triste, la squadra americana a 1.1s / giro dal'Alfa è al livello della Williams, ma sono stati ostacolati dallo crash di Romain Grosjean all'inizio del 1 ° turno di prove - quando stava guidando la nuova ala anteriore mentre Kevin Magnussen ha usato la sessione come test per raccogliere dati aerodinamici. Sperano tranquillamente di essere più competitivi durante il fine settimana.
Contattaci