News

Volkswagen  presenta ufficialmente la sua nuova ID.3 la macchina "full electric" capace di percorrere con una sola ricarica addirittura 550 km. Al Salone di Francoforte i riflettori erano puntati tutti su di lei e dopo il Maggiolino e la Golf ecco che la nuova Volkswagen ID.3 vuole diventare il terzo modello epocale pronto a passare alla storia.

volkswagen_id_3_2019_15_jpgDesign

La nuova ID.3 è un vero gioiellino futuristico che guarda comunque alla realtà e al modo in cui fino ad oggi Volkswagen ha realizzato con successo le auto. Possiede due fari fortemente smussati che vengono congiunti da due linee sottili capaci di rendere unico il frontale di questa nuova auto. Chiaramente l'auto non ha più bisogno di calandra aperta per far "respirare" il motore. Ecco dunque che il frontale è completamente chiuso ricordando in qualche modo quello della Maggiolino che, con il posizionamento del motore al posteriore, poteva permettersi un muso chiuso e inequivocabile. ID.3 dunque si lega al passato guardando al futuro ed è proprio questo che VW vuole in questa nuova era.
La nuova ID.3 possiede una lunghezza di 4,26 metri ossia quasi quanto una Golf con una larghezza di 1,80 metri e un'altezza di 1,55 metri. Il passo? La nuova piattaforma elettrica modulare MEB permette grazie proprio al posizionamento delle batterie nella parte inferiore dell'auto di aumentare il passo che sarà addirittura di 2,76 metri ossia quasi quanto quello della VW Passat. Chiaramente questo significa che la VW ID.3 possederà tanto spazio a bordo con un vantaggio importante, quello dell'aerodinamicità che vedrà un coefficiente Cx pari a 0,26 con 0,27 della Golf.

I fari non passano inosservati: sfruttano una nuova tecnologia a matrice di LED che garantiscono con il Dynamic Light Assist di attivare selettivamente solo ed esclusivamente alcune lampade dei fari abbaglianti in modo da illuminare la strada senza abbagliare le altre auto. Una chicca nella versione speciale della ID.3 1st, l'auto, nel momento in cui incontra un'altra ID.3 tenderà ad accendere e spegnere le luci come a salutare l'altra auto.

Esteticamente l'auto possiede linee futuristiche ma non esagerate. Prese d'aria, come detto, ridotte al minimo con un montante posteriore in possesso di una grafica a diamanti capace di creare un particolare effetto ottico proprio verso il tetto dell'auto completamente scuro che scende fino al posteriore con un effetto aerodinamico importante. Luci orizzontali al posteriore con un rimando in qualche modo allo stile VW della Golf ma anche con un nuovo portellone in vetro che unisce entrambi i fari. Inediti i cerchi di grandi dimensioni riempiti completamente e da 20 pollici di diametro.

100919_VWID3_3_thumbjpgInterni

L'abitacolo della nuova VW ID.3 è quanto di minimale si possa avere in un'automobile. Possiede un tunnel centrale di grandi dimensioni capace di ampliare il posizionamento di oggetti durante il viaggio. Lo spazio a bordo è da record grazie all'utilizzo di un motore elettrico posteriore e della batteria al di sotto del pianale. Capacità del bagagliaio pari a 385 litri (maggiore della Golf che raggiunge i 380 litri). Tanta luce per chi si pone all'interno dell'auto di Volkswagen con ambientazione di diversa colorazione (total white o black) e soprattutto una strumentazione digitale con doppio display. Da una parte un piccolo schermo per chi guida ed uno da 10 pollici al centro per l'infotainment. Nessun pulsante fisico. Tutto verrà gestito dal display o dalla pulsantiera in basso a sfioramento. Il cambio è semplicemente una sorta di manopola alla destra della strumentazione.

Tecnologia alla mercé dell'utente visto che nella VW ID.3 sarà possibile anche parlare con l'assistente virtuale di VW che potrà essere chiamato a comando semplicemente pronunciando la frase "Hello ID.". Presente anche la cosiddetta ID. Light, una striscia luminosa a LED che supporterà il conducente durante la guida intervenendo per spingerlo a frenare in caso di emergenza o nell'affrontare anche altre situazioni. La nuova Volkswagen ID.3 sarà del tutto connessa non solo per l'infotainment ma anche nella possibilità di aggiornare l'auto via OTA durante tutto il ciclo di vita dell'auto.

volkswagen_id_3_1st_2020_12_jpgAutonomia

La batteria sarà la protagonista principale della nuova VW ID.3. L'azienda di Wolfburg non lascia nulla al caso e decide di proporre agli utenti un'auto capace di diversificare il proprio aspetto anche da questo punto di vista. Ecco che la batteria inserita sarà garantita per 8 anni o 160.000 km con sostituzione se il livello di usura raggiunge il 30% e avrà un'effettiva capacità di 58 kWh per la ID.3 1st quindi un caricatore a bordo di 11 kW ed una capacità di ricarica a corrente continua pari a 100 kW.
Ci saranno tre versioni:
VW ID.3 - Entry Level - 45 kWh - Autonomia di 330 km (carica 50 kW)
VW ID.3 - Intermedia - 58 kWh - Autonomia di 420 km (carica 100 kW)
VW ID.3 - Top - 77 kWh - Autonomia di 550 km (carica 125 kW).

GALLERIA

Contattaci