News

Ecco finalmente la nuova Corvette Stingray 2020 una nuova supercar.

Design

La nuova Corvette è cambiata tanto, soprattutto dal punto di tecnico e filosofico. Ma bisogna fare i complimenti agli ingegneri della Casa americana che sono riusciti a rivoluzionare una vettura mantendendo fede allo stile che ha sempre caratterizzato le supercar firmate Chevrolet.I gruppi ottici anteriori a LED hanno un design tutto nuovo, che si ispira alla C7: sulla novità 2020 sono meno slanciati verso il cofano. Inoltre, sempre rimanendo della zona centrale, ci sono grandi prese d'aria che fanno intravedere i radiatori per tenere in fresco il propulsore. Ovviamente il muso non è più quello di una volta, perchè il motore è dietro i sedili. Osservandola di lato, sembra di avere sotto il naso una hypercar europea, ma i tecnici americani sono riusciti a esaltare il design con dettagli geometrici e linee decise: molto accattivante la presa d'aria laterale, che si estende fino alla portiera. Anche al posteriore ci sono tante novità, ma non ci sono dubbi si tratti di una Corvette. Faro posteriore sdoppiato, nome della Casa sotto lo spoiler e quattro grandi scarichi, che abbracciano l'estrattore dell'aria.


Motore

In bella vista, sotto il pannello trasparente ultraleggero di soli 3.2 mm di spessore, c'è il blocco V8 marchiato Corvette. Motore centrale, per la prima volta su una vettura della Casa americana, V8, aspirato, 6.2 litri.Si tratta di un'unità Small Block in grado di erogare 495 CV e 637 Nm di coppia. Rispetto al passato, il propulsore è stato abbassato di 2,5 cm: questo dettaglio e il posizionamento centrale migliorano la distribuzione dei pesi e la dinamica di guida. Per quanto riguarda il lato tecnico, per la prima volta in assoluto, la Stingray sfrutta un sistema di lubrificazione a carter secco con tre pompe dell'olio per avere il massimo della portata anche in fase di curva con accelerazioni oltre 1g. Un vero gioiello che è stato affiancato ad un cambio a doppia frizione 8 rapporti (DCT) sviluppato da Chevrolet in collaborazione con l'azienda Tremec.


Tecnologia ed interni

Oltre all'ottimizzazione della distruibuzione dei pesi, la guida è stata migliorata anche con l'aiuto dell'elettronica, a partire dal differenziale elettronico a slittamento limitato, che modula la coppia tra gli pneumatici posteriori e garantisce più stabilità del veicolo. In aggiunta, è disponibile il Magnetic Ride Control 4.0, che analizza l'asfalto sotto le ruote per fornire dati più precisi tramite accelerometri montati sulle sospensioni. Ci sono novità anche sui Driving Mode, che diventano 6: Weather, Tour, Sport, Track (presenti anche sulla C7), MyMode e Z Mode, due modalità super personalizzabili dall'utente. Anche gli interni sono stati rivoluzionati: debutta il nuovo sistema di infotainment, è presente la ricarica wireless, il riconoscimento vocale, un nuovo cruscotto digitale da 12", i sedili con memoria della posizione, il volante riscaldato, i sensori per la pressione delle gomme e un impianto audio firmato Bose con 10 altoparlanti. Insomma è una supercar molto comoda.E non manca il sistema di sollevamento delle sospensioni anteriori che alza il muso di circa 40 mm in 2,8 secondi per evitare che il muso tocchi per terra quando si incontrano buche, dossi o sconnessioni. Il sistema funziona fino a 38 km/h e può essere programmato per funzionare automaticamente tramite GPS per ricordare fino a 1.000 posizioni.chevrolet-corvette-v1-597414jpg

Se volete di più la casa offre anche il Z51 Performance Package, che include le sospensioni Performance, dischi freni maggiorati con logo Z51 sulle pinze, raffreddamento ottimizzato, prese d'aria per l'impianto frenante anteriore e scarico ad alte prestazioni.

La Corvette Stingray 2020 entrerà in produzione per il mercato americano entro la fine del 2019, mentre per informazioni in merito all'Europa dovremo aspettare una data più vicina al lancio. Ancora non si sa niente sul prezzo.


Galeria