News

La BMW annuncia il debutto della tecnologia mild-hybrid sulla 520d, che sarà disponibile di serie da novembre 2019 sia nella versione berlina che station wagon. 

La 520d monta il 2 litri turbodiesel quattro cilindri da 190 CV e rappresenta un ulteriore tassello della strategia di elettrificazione della casa. È dotata di un sistema ibrido leggero a 48 volt, costituito da un piccolo motore elettrico che sostituisce alternatore e motorino di avviamento, collegato al motore a scoppio da una semplice cinghia. 

Questo piccolo motore elettrico lavora in abbinamento al motore termico rendendo il suo spegnimento e relativa riaccensione molto più fluidi. Inoltre consente di spegnere il motore a scoppio in caso di veleggiamento, cioè quando l’auto procede a velocità costante. Nelle frenate agisce come generatore e va a ricaricare la specifica batteria a 48 V che lo alimenta.

Secondo la casa tedesca il sistema mild hybrid della BMW 520d è in grado di ridurre i consumi e dichiara 23,2 km/l (con 112 g/km di CO2) per la versione berlina. I miglioramenti alla gamma BMW Serie 5 includono anche l'introduzione della tecnologia Laserlight, optional, che aumenta l’autonomia del fascio abbagliante fino a un massimo di 650 metri, su ulteriori varianti di modelli come la M550d xDrive Sedan e M550d xDrive Touring.

Congiuntamente la casa tedesca annuncia aggiornamenti anche per le ibride plug-in 330e e 530e, che, a partire da novembre 2019, saranno disponibili con gancio di traino con sfera orientabile elettricamente e capacità massima di 750 kg. Verranno aggiornati anche altri modelli della gamma. La BMW Serie 1 riceverà in dote il pacchetto M Performance (M135i xDrive) dotato di nuovi cerchi in lega da 18” a Y in grado di ridurre il peso e migliorare l’efficienza del veicolo. La Serie 8 Gran Coupé riceverà in dote il leggero tetto in carbonio opzionale (disponibile anche in combinazione con il pacchetto M Sport).p90365852_highres_driving-assistant-pr 1jpg

Sono state inoltre annunciate nuove opzioni per gli esterni e gli interni delle nuove BMW X5, X6 e X7, che, tra le altre cose, prevedono varie opzioni di personalizzazione come i nuovi sedili multifunzione M, le finiture in pelle pieno fiore, i profili interni in frassino marrone grana o Fineline Stripe e Vernasca, i cerchi in lega Individual da 22”, lo spoiler posteriore e i tappi degli specchietti M Carbon e un nuovo pacchetto per il vano di carico composto da binari scorrevoli, binari antiscivolo e reti di ritenuta. Da dicembre 2019 saranno inoltre disponibili come optional per la X5 le sospensioni Adaptive M Professional, che offrono maggiore equilibrio nelle situazioni di guida dinamica. Questo pacchetto comprende anche la stabilizzazione attiva del rollio, il differenziale M Sport e lo sterzo attivo integrale.Per tutti i modelli dotati del Live Cockpit Professional, la BMW da luglio 2019 ha implementato delle nuove funzionalità per il sistema di assistenza alla guida Driving Assistant Professional (foto qui sopra), in grado di offrire ai conducenti la visualizzazione 3D dell'area circostante l'auto; grazie all’utilizzo dei dati delle telecamere e dei sensori viene generata un'immagine tridimensionale in tempo reale dell'ambiente circostante in grado quindi di aiutare il guidatore a vedere la posizione di altri utenti della strada che guidano davanti o accanto a loro.










Contattaci