News

Il salone di Ginevra annullato anche per il 2021.Ecco il perché.

di Demasi Ivan
30 Giugno 2020

Il salone automobilistico di Ginevra del 2021 non si farà per motivi finanziari.

È stato deciso dalla Fondazione responsabile dell'organizzazione dell'evento,per le conseguenze finanziarie della cancellazione dell'edizione 2020 da parte del Consiglio federale a causa della pandemia di coronavirus.

La Fondazione ha anche deciso di vendere GIMS a Palexpo SA. Il Comitato e il Consiglio di fondazione hanno deciso di non organizzare l'evento del 2021 perché la maggior parte degli espositori hanno dichiarato in un sondaggio che probabilmente non avrebbero partecipato, preferendo invece tornare al Salone nel 2022.

Il settore automobilistico mondiale sta, come è noto, attraversando una fase difficile e gli espositori hanno bisogno di tempo per riprendersi dagli effetti della pandemia. Inoltre, è tutt'altro che certo che l'attuale situazione sanitaria consentirebbe l'organizzazione per la prossima primavera di un evento che attira più di 600mila visitatori e 10mila giornalisti.

A causa degli 11 milioni di franchi svizzeri di perdite per la cancellazione del Salone 2020 e alla decisione di non accettare un prestito di 16,8 milioni di franchi da parte del Cantone di Ginevra, a causa delle clausole troppo stringenti".
Da qui la decisione di annullare l’evento e di vendere il Salone dell'Auto alla società Palexpo SA, proprietaria degli spazi espositivi della manifestazione. Lo scopo, si afferma "è di trovare una soluzione che assicuri la regolare organizzazione del Motor Show a Ginevra. L'acquisto dell'attività trasferirà tutti i diritti organizzativi a Palexpo".

L'impatto economico sul Cantone di Ginevra è stimato a circa 200 milioni di franchi all'anno.I dettagli saranno spiegati in una conferenza stampa avrà luogo martedì 30 giugno alle 14.30 nella Sala G del Centro Congressi Palexpo.

Tag

commenti sul blog forniti da Disqus