News

Le 5 geniali invenzioni che hanno rivoluzionato la Formula Uno.

di Demasi Vittoria

14 Giugno 2020

Sono molte di più, ma oggi vogliamo descrivervi 5 di quelle che sono le "genialate" che hanno contraddistinto l' evoluzione tecnica delle monoposto della F1 negli anni.


Cominciamo con il più recente, un invenzione che quest ' anno ci ha stupiti un po' tutti :

1.DAS(2020)

Progetto Mercedes, il Dual Axis Steering è uno sterzo a doppia asse che sfrutta un volante "magico".Praticamente tirandolo verso di sé o allontanando, si agisce sulla convergenza delle ruote anteriori.Grazie a questo sistema apparentemente semplice, si ha un miglioramento della vettura nelle curve se si lascia il classico assetto a ruote aperte, mentre se si chiude la convergenza si può avere un altro effetto positivo, quello di mantenere maggiormente in temperatura gli pneumatici.Tecnica questa sfruttabile solo per l'anno 2020, perché dall' anno prossimo sarà proibito.

2.HALO(2018)

L' HALO è stato un progetto ideato dalla FIA dopo svariati terribili incidenti.Dopo diversi prototipi presentati nel 2015, è stato reso obbligatorio nella Formula uno nel 2018.Pesa 10 kg e può sopportare un carico verticale di 10 tonnellate.I piloti non ne furono subito felici, ma la sicurezza prima di tutto.

3.F-DUCT McLaren(2010)

Il sistema è stato inventato dalla McLaren con la MP25 del 2010.Funzionava alla grande, perché era possibile girare con più carico aerodinamico senza però rimetterci in termini di velocità in rettifilo. Il sistema è stato scoperto perché i piloti McLaren chiudevano lo speciale condotto d'aria progettato assieme alla scocca con il ginocchio sinistro permettendo di creare un passaggio d'aria verso la zona posteriore sufficiente per far stallare l'ala.Un elemento già arcinoto in aeronautica ma che in F1 ha fatto la sua comparsa generando poi una rincorsa a questa funzione aerodinamica che è stato poi implementato anche nell'ala anteriore.

4. IL TELAIO IN CARBONIO DELLA MCLAREN. 

La McLaren MP4/1 fu la prima monoposto ad essere composta da carbonio, mentre ancora si utilizzavano telai in alluminio rivettato.Il progettista Barnard provò a utilizzare un materiale compositivo, perché dopo la nascita delle "wing car", si necessitava di una maggior rigidità torsionale del telaio.

5. IL CAMBIO SEMI AUTOMATICO DELLA FERRARI.(1978/1989)

Invenzione geniale ideata già dalla Ferrari nel '78, ma bocciata da Gilles Villeneuve che provò il prototipo ma poi non se ne seppe più nulla. Dieci anni di sviluppo dopo lo riportò in gioco John Barnard sulla Ferrari 639 con grande successo tra l'altro, perché nel giro di 2/3 anni, il cambio sequenziale divenne normalità sulle monoposto di tutti.

Tag

 
commenti sul blog forniti da Disqus