Bombardamenti vicino a Jeddah, pericolo per la F1.

Bombardamenti vicino a Jeddah, pericolo per la F1.
Crediti foto: © Mercedes-Benz Group AG

Questo pomeriggio durante la prima sessione di prove libere ci sono stati bombardamenti a soli 20 Km dal circuito di F1 a Jeddah.

Nel corso della FP1 si sono avvistate dense nubi di fumo provenire da un luogo non troppo distante da dove girano le vetture di F1, esattamente sono 20 chilometri. Max Verstappen ha anche chiesto via radio al suo box: “Ragazzi, sento puzza di bruciato, è la mia vettura?”

Il Team Red Bull ha detto che la monoposto non ha problemi. In realtà sono i bombardamenti ad aver creato quell’odore di bruciato che ora circonda tutto il circuito di F1 a Jeddah.

LEGGI ANCHE: Gossipando in F1! Fernando Alonso e Linda Morselli si dicono addio.

Chi ha causato queste esplosioni sono i ribelli yemeniti, che hanno attaccato con un missile lo stabilimento Aramco. Per ora la Formula 1 non ha parlato, ma probabilmente lo farà. Vedremo se si potrà correre, oppure, se si rischierà la cancellazione del Gran Premio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Next Post

FP2, Gp Jeddah 2022: Leclerc davanti a tutti, ma tocca il muro. Verstappen vicino.

Ven Mar 25 , 2022
TweetSharePin FP2, Gp Jeddah 2022: Charles Leclerc è nuovamente primo davanti a tutti. Tuttavia, la sua sessione si è conclusa anticipatamente per aver toccato il muro. Leclerc della Ferrari ha concluso la giornata con la prima posizione sia nella prima che nella seconda di libere. Il suo miglior giro l’ha […]