News

F1 test pre-stagione analisi:Ecco cosa ci possono dire i dati al terzo giorno.

di Demasi Ivan

22 Febbraio 2020

Il terzo ed ultimo giorno di test pre-stagione ha avuto un dominio Mercedes, che ha concluso un test estremamente produttivo e positivo, con il giro più veloce della settimana e il maggior numero di giri battendo tutte le altre scuderie.

Ci sono state molte chiacchiere sul grande inizio che ha avuto Mercedes, facendo i test  pre-stagione con relativa facilità. Ma la Red Bull "senza farsi vedere", ha tranquillamente svolto i propri lavori e venerdì ha avuto il giorno più produttivo degli altri con 167 giri.

Sia Max Verstappen che Alex Albon hanno avuto delle sensazioni positive, il duo ha notato un grande passo in avanti rispetto allo scorso anno. Verstappen potrebbe aver fatto un paio di giri veloci, ma questo ha dimostrato solo che stava cercando di spingere i limiti della macchina.
  
La Renault ha fatto un lavoro straordinario venerdì in termini di giri completati.Dopo un inizio di pre-stagione,disturbato da un paio di problemi per Ricciardo,hanno terminato il loro programma con un ottimo equilibrio.
2020-pre-season-1-day-3-laps-completedjpg
Invece per i costruttori Williams e Haas l'ultimo giorno è stato negativo, con il duo che ha fatto rispettivamente solo 70 e 51 giri.La Haas ha perso tre ore dopo l'incidente di Magnussen, provocato da una rottura di un cerchione.

Williams ha avuto un problema con la Power Unit, che ha fermato Nicholas Latifi in pista e ha richiesto un lungo lavoro in garage, ma almeno sono riusciti a uscire di nuovo, concentrandosi sulle prove di pit stop verso la fine della giornata.

La Ferrari. I loro miglior giri sono stati deludenti: Sebastian Vettel si è preso ben 2,7 secondi dal leader della classifica. Tuttavia, è chiaro dai dati che la Power Unit era a livelli molto bassi per tutta la settimana,ed è ovvio che stanno svolgendo un programma diverso dal solito - quindi non è ancora necessario premere il pulsante antipanico a Maranello.
2020-pre-season-1-day-3-stint-timelinejpg Accumulare i dati
Venerdì sul circuito di Barcellona-Catalunya sono state esposte varie mescole di pneumatici,chi ha voluto provare il tempo e invece chi si è conservato un po di più.

Sia Valtteri Bottas che Lewis Hamilton hanno provato la gomma più morbida della gamma, la C5, infatti Bottas ha registrato il miglior tempo della settimana,durante il mattino.

La Mercedes si è concentrata sul passo gara il giorno 2 con entrambi i piloti, venerdì la loro attenzione si è rivolta al lavoro di set-up.

La Renault ha completato una simulazione di gara con Ricciardo nel pomeriggio, prima di fare una serie di stint corti che hanno portato l'australiano a segnare il suo miglior tempo della giornata nell'ultima mezz'ora finale.

Anche Alexander Albon ha percorso un stint breve di gara.Anche il suo compagno di squadra Max Verstappen sembrava farlo, anche se è stato interrotto a causa di una bandiera rossa.

In totale c'erano quattro bandiere rosse, il che significa che è stato più complicato di quanto non sia stato per tutta la settimana per le squadre a prendere ritmo. Ma è stato comunque impressionante il fatto che otto delle 10 squadre siano riuscite a completare più di 100 giri.

Il team ora ha quattro giorni prima del secondo test per analizzare tutti i dati che ha ottenuto negli ultimi tre giorni. Molti rimarranno a Barcellona, ​​come Racing Point e Williams che devono completare il filming day sabato, mentre gli altri torneranno alle rispettive basi per svolgere i compiti.

Dopo il secondo test tutti i team ritorneranno in pista solo il venerdì del weekend di gara, per partecipare al primo round della stagione.

Tag

commenti sul blog forniti da Disqus